Prima Pagina

Verso un Giudice-robot?

Verso un Giudice-robot?3° paragrafo  tratto da “Dal Giudice-robot all’Avvocato-robot: l’A.I. al servizio dell’uomo (o l’uomo al servizio dell’A.I.) per un processo penale più giusto?” (CLICCA QUI PER LEGGERE IL 2° PARAGRAFO) di AVV. TOMMASO ROSSI Il “caso Loomis” è emblematico di quanto alcuni Paesi (anzitutto gli Stati Uniti, ma anche la Germania) stiano già utilizzando sistemi di Predictive o Big Data Policing, ovverosia algoritmi intelligenti che forniscono agli organi statali potenti strumenti di contrasto alla criminalità sfruttando i dati già immessi nelle banche dati delle Forze di Polizia. L'idea di fondo è affidare ad algoritmi predittivi le decisioni sull'imposizione della carcerazione preventiva per il fondato rischio di reiterazione di altri reati, sulla liberazione anticipata e su misure alternative grazie ad [more]

Ciclismo: storie segrete, storie di agguati e di corsari

Ciclismo: storie segrete, storie di agguati e di corsaridi Tommaso Rossi Il libro di Beppe Conti "Ciclismo storie segrete", edito da Diarkos, è un viaggio su due ruote. Non le ruote dei pedali di una bicicletta, non solo: la ruota della memoria e la ruota del mito. Il grande ciclismo, infatti, non è solo il racconto di imprese sportive, di scalate a grandi montagne e discese folli per leggendari tornanti, di lotte al centesimo contro il tempo e corse a tappe conquistate con tattica, potenza e follia. Il ciclismo, quello vero, è soprattutto racconto di retroscena, grandi rivalità, amicizie lunghe una vita o durate il tempo di una salita, di tradimenti, di accordi proibiti, di storie di vita e di vite che [more]

La decisione giudiziaria fondata sull'A.I.

 La decisione giudiziaria fondata sull'A.I.2° paragrafo tratto da “Dal Giudice-robot all’Avvocato-robot: l’A.I. al servizio dell’uomo (o l’uomo al servizio dell’A.I.) per un processo penale più giusto?” (CLICCA QUI PER LEGGERE IL 1° PARAGRAFO) di AVV. TOMMASO ROSSI Il termine “giudicare” significa pronunciare il diritto (ius dicere), e per farlo è necessario conoscere in quali termini si è realmente svolto un fatto, per poi inquadrarlo all'interno di un paradigma giuridico.  La prima delle due operazioni è quella che ci fa più difetto: l'uomo non è in grado di conoscere con esattezza la verità storica.  Il sistema delle giustizia penale, che non può ancorare la punizione di fatti che ledono beni giuridicamente tutelati alla sola certezza della verità storica, ha [more]

Introduzione ai rapporti tra Intelligenza Artificiale e Diritto Penale

Introduzione ai rapporti tra Intelligenza Artificiale e Diritto PenaleTratto da "Dal Giudice-robot all'Avvocato-robot: l'A.I. al servizio dell'uomo (o l'uomo al servizio dell'A.I.) per un processo penale più giusto?" di AVV. TOMMASO ROSSI Un tempo si diceva -e forse era anche un modo per autoconvincersi da parte della società degli umani sulla sua permanente supremazia su qualsiasi altra realtà- che i computer fanno solo quello che sono programmati a fare. Oggi la frase pare una di quelle cartoline sbiadite che raccontano storie ormai lontane. Gli enormi progressi fatti nel campo della robotica, in particolare del machine learning, di pari passo con gli sviluppi rapidissimi (e a costi sempre più accessibili) della tecnologia computazionale, ha permesso l'implementazione di sistemi di Artificial Intelligence (“A.I.” o [more]

La qualificazione giuridica del lavoro dei Riders: una questione irrisolta dalla giurisprudenza

La qualificazione giuridica del lavoro dei Riders: una questione irrisolta dalla giurisprudenzadi MICHELE DICUONZO ** Il Rider: il lavoratore del nuovo millennio La figura del rider, allo stato attuale, è oggetto di un acceso dibattito in giurisprudenza circa la sua corretta qualificazione gius-lavoristica ed il suo inquadramento nelle tradizionali figure lavorative. Alla base dell’interesse destato in dottrina ed in giurisprudenza dal rider, si collocano due fattori eziologici: la diffusione del cd. “food delivery”, uno dei settori di maggior influenza della politica di “Gig Economy”; la nascita di piattaforme digitali come Just Eat e Deliveroo, il cui enorme successo presso il pubblico dei consumatori è giustificato dalla agevole accessibilità dei servizi offerti. E’ a questo secondo fattore che si collega la difficoltà di inquadrare la figura del rider, in quanto il datore di lavoro non [more]

Revenge porn: la responsabilità degli internet service providers e la difesa delle vittime

Revenge porn: la responsabilità degli internet service providers e la difesa delle vittimeIl 26 marzo dalle ore 15:00 sulla piattaforma Google Meet si terrà il secondo Webinar del ciclo di incontri "Intelligenza Artificiale, Informatica e Diritto". Interverranno: •Valentina D'Agostino, Procuratore aggiunto di Ancona; •Valentina Copparoni, Comitato Pari Opportunità Ordine degli Avvocati di Ancona. •Sergio Sarnari, Informatico, Esperto in privacy e open data. L'Avv. @Tommaso Rossi, Presidente dell'Associazione Fatto&Diritto, sarà il moderatore dell'evento. Nel Webinar ci si soffermerà sul un tema attuale e quanto mai delicato: il Revenge Porn. Ci focalizzeremo, in particolare, sulla struttura e le varie tipologie di condotta che connotano il reato di "revenge porn" e sulla responsabilità degli Internet Service Providers e la difesa delle vittime di tali reati. L'evento è accreditato dall'Ordine degli Avvocati di [more]

Captatori informatici e altri mezzi di indagine digitale

Captatori informatici e altri mezzi di indagine digitaleL'Associazione Fatto & Diritto e ELSA Macerata, con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Ancona, organizzano il webinar del 16/2/2021 h.16,30 "Captatori informatici e altri mezzi di indagine digitale”, primo appuntamento del Ciclo di convegni “Intelligenza Artificiale, Informatica e Diritto”. Interverranno il Dott. Sergio Sottani, Procuratore Generale della Corte di Appello di Ancona e il Dott. Luca Russo, Analista forense e consulente della Procura della Repubblica di Ancona, modera l’incontro l’avv. Tommaso Rossi (Presidente dell’Associazione Fatto&Diritto). L’Ordine degli Avvocati di Ancona riconoscerà n.3 crediti formativi per il singolo evento e n. 12 (di cui 2 in materia obbligatoria) per i partecipanti all’intero corso. L’evento è gratuito, la prenotazione è obbligatoria e potrà essere [more]

Ciclo di webinar dal titolo Intelligenza artificiale, informatica e diritto

Ciclo di webinar dal titolo Intelligenza artificiale, informatica e dirittoL'Associazione Fatto&Diritto, in collaborazione con ELSA Macerata organizza un ciclo di webinar dal titolo "Intelligenza artificiale, informatica e diritto" che avrà luogo a partire da febbraio fino al mese di maggio!   Un progetto davvero ambizioso, ideato e moderato dall'Avv. Tommaso Rossi, presidente dell'Associazione Fatto&Diritto, che da tempo si occupa della materia, con ospiti di grandissimo rilievo e spessore. Il progetto intero vede il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Ancona: ogni singolo Webinar verrà accreditato agli avvocati che parteciperanno (con 3 crediti formativi), mentre per i partecipanti all'intero ciclo di incontri saranno riconosciuti 12 crediti di cui 2 in materia obbligatoria. Gli eventi sono gratuiti, la prenotazione è obbligatoria. Per info: [more]

La piattaforma Rousseau: tra democrazia diretta e vincolo di mandato

La piattaforma Rousseau: tra democrazia diretta e vincolo di mandatoBREVE RIFLESSIONE SULL'ART. 67 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA di Raj Veroli Ne abbiamo sentito tanto parlare, soprattutto negli ultimi giorni, eppure sono convinto che tanti di noi ragazzi non si sono mai chiesti che cosa effettivamente fosse la cd. Piattaforma Rousseau. Ma, prima di tutto, chi era Rousseau? Jean Jaques Rousseau - cercando di semplificare alla luce di quanto ritengo utile ai fini della trattazione - era un filosofo della c.d. seconda fase dell’illuminismo fortemente incentrata più sullo “stato di natura” che sul progresso e la scienza. Da qui, la concezione di una forma di governo più vicina a una sorta di oligarchia elettiva: pochi uomini scelti al potere dai cittadini, ai quali questi ultimi sulla [more]

APProva di privacy: luci e ombre sul trattamento dei dati personali

APProva di privacy: luci e ombre sul trattamento dei dati personaliIL CASO TIK TOK E WHATSAPP di Matteo Longo ** Nell’era dell’Information Technology l’immediatezza, la rapidità e la viralità con cui le informazioni circolano in rete ha importato sicuramente innegabili vantaggi, tra cui un’espansione inimmaginabile delle opportunità legate alla libertà di pensiero e di parola,  ma anche una serie di rischi, prima inesistenti, che hanno coinvolto le sfere più intime delle persone, la loro privacy e la loro memoria. In seguito ai recenti sviluppi, imperniati sul rapporto dialogico tra i provvedimenti del Garante per la Protezione dei Dati Personali e i comunicati delle multinazionali tecnologiche, meritano particolare attenzione le vicende riguardanti TikTok e il controllo dell’accesso da parte dei minori, nonché il caso [more]

Gratuito patrocinio e vittime di violenza: la sentenza n. 1/2021 della Corte Costituzionale

Gratuito patrocinio e vittime di violenza: la sentenza n. 1/2021 della Corte CostituzionaleAPPROFONDIMENTO di Maria Cristofori Marinucci La prima sentenza del 2021 della Corte Costituzionale mette fine alla questione legata all’ammissione al gratuito patrocinio, a spese dello Stato, a favore delle vittime di maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e atti persecutori, chiarendo come questa possa considerarsi automatica e indipendente dalla loro situazione reddituale. Dalla sentenza dell'11 gennaio 2021, n. 1 emerge quindi la volontà della Corte di facilitare le vittime a denunciare maltrattamenti, abusi e reati contro la libertà e l'autodeterminazione sessuale, riconoscendo automaticamente a loro favore il diritto al patrocinio gratuito, indipendentemente dal dato economico. Il Testo Unico in materia di Spese di Giustizia (T.U.S.G.), entrato in vigore il 1-7-2002, è stato oggetto di varie correzioni e aggiornamenti, le [more]

Genesi di un diritto: l'automatico accesso al gratuito patrocinio per le vittime di violenza

Genesi di un diritto: l'automatico accesso al gratuito patrocinio per le vittime di violenzaLA NUOVA PRONUNCIA DELLA CORTE COSTITUZIONALE di Jessica Di Biase** 88 donne al giorno. 1 donna ogni 15 minuti. Questi sono i numeri delle donne vittime di violenza secondo i dati del 2019, diffusi nel report della Polizia di Stato “Questo NON è amore”. Il quadro non sta di certo migliorando nell’ultimo periodo: tra le notizie del giorno, almeno una riguarda un nuovo episodio di violenza sulle donne. E’ da un lunghissimo periodo che assistiamo a questo fenomeno ed in tali proporzioni ma sono dovuti passare anni prima che il legislatore adottasse misure in contrasto al suo dilagare. Misure che per essere davvero efficaci, spesso, avrebbero richiesto maggiore coraggio da parte del Legislatore. Una di queste [more]

PRIMA PAGINA

Focus Giuridici »

Inchieste »

AMBIENTE E INNOVAZIONE »

Diritto alla Salute »

CULTURA & SPETTACOLI »

LE GRANDI BIOGRAFIE »

Fatto&Diritto Giovani »