Prima Pagina

La sicurezza nel pubblico spettacolo - FOCUS n.2

La sicurezza nel pubblico spettacolo - FOCUS n.2LE AUTORIZZAZIONI DI ESERCIZIO E DI AGIBILITA' E LE RESPONSABILITA' DERIVANTI di Avv. Tommaso Rossi (Rossi, Copparoni & Partners) Le autorizzazioni o licenze necessarie per l’esercizio dei PUBBLICI SPETTACOLI: AUTORIZZAZIONI D’ESERCIZIO(artt. 68 e 69 T.U.L.P.S.-R.D. 18 giugno 1931 n. 773) AUTORIZZAZIONI D’AGIBILITA’ O IDONEITA’ DEI LUOGHI(art. 80 T.U.L.P.S.)   1. AUTORIZZAZIONI DI ESERCIZIO: - ART. 68 T.U.L.P.S.: Senzalicenza del COMUNEnon si possono dare in luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico, accademie, feste da ballo, corse di cavalli, né altri simili spettacoli o trattenimenti, e non si possono aprire o esercitarecircoli, scuole di ballo e sale pubbliche di audizione. Per eventi fino ad un massimo di 200 partecipanti e che si svolgono entro le ore 24 del giorno di inizio, la [more]

La sicurezza nel pubblico spettacolo - FOCUS n.1

La sicurezza nel pubblico spettacolo - FOCUS n.1DEFINIZIONI DI PUBBLICO SPETTACOLO, PUBBLICO TRATTENIMENTO, LUOGO PUBBLICO O APERTO AL PUBBLICO di AVV. TOMMASO ROSSI (Rossi, Copparoni & Partners Studio Legale) Profili di responsabilità penale legati all’esercizio di pubblici spettacoli”, sentiamo l'esigenza di condividere con voi il frutto di questa esperienza. Pubblicheremo, dunque, una guida pratica in più puntate sulla tematica. ******* I profili di responsabilità penale legati all’esercizio di pubblici spettacoli o intrattenimento e, in generale, correlati ai locali pubblici sono molteplici: Alcuni direttamente previsti dal Codice Penale Altri riconducibili ai reati colposi (o dolosi) previsti dal Codice Penale (lesioni, omicidio, incendio) Prima di tutto, occorre chiarire alcuni concetti, spesso confusi e usati indistintamente, ma che individuano situazioni ben distinte e che fondano precise responsabilità penali: PUBBLICO [more]

DIRETTIVA (UE) 2019/904 sulla riduzione della plastica sull’ambiente

DIRETTIVA (UE) 2019/904 sulla riduzione della plastica sull’ambienteE IL NOSTRO IMPEGNO CHE PARTE DALLE PICCOLE ABITUDINI QUOTIDIANE E PUO' SALVARE IL PIANETA di AVV. TOMMASO ROSSI (Rossi, Copparoni & Partners Studio Legale) La plastica sta uccidendo i nostri mari, oltre che la fauna che li abita. E i nostri mari sono uno degli indicatori più esaurienti dello stato di salute del Pianeta. Uno stato di salute pessimo. Da apprezzare, dunque, quanto emanato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio , per cercare di affrontare il fenomeno, dettando regole cui i Paesi membri dovranno conformarsi entro il 3 luglio 2021. Ciascuno, nel suo piccolo, compresi noi, sta già intraprendendo iniziative volte a ridurre i consumi della plastica. Iniziative che stanno moltiplicandosi in tutta Italia, anche [more]

Privacy e intelligenza artificiale:per il Garante bisogna vigilare sugli algoritmi

Privacy e intelligenza artificiale:per il Garante bisogna vigilare sugli algoritmiLINEE GUIDA PUBBLICATE SUL SITO DEL GARANTE Le applicazioni dell’intelligenza  artificiale (AI) devono rispettare i diritti fondamentali, incluso quello alla protezione dei dati. Sviluppatori, produttori e fornitori di servizi AI devono valutare preventivamente i possibili rischi, adottando un approccio di tipo “precauzionale”. Necessarie precise prescrizioni nelle procedure di appalto pubblico. Queste alcune delle indicazioni delle linee guida presentate - nel corso della Giornata della Protezione dei dati 2019 - dal Comitato consultivo della Convenzione sulla protezione delle persone rispetto al trattamento automatizzato di dati a carattere personale (Convenzione 108/1981), che dal 2016 è presieduto dalla rappresentante del Garante della privacy italiano. Le linee-guida, (reperibili al link https://rm.coe.int/guidelines-on-artificial-intelligence-and-data-protection/168091f9d8, di cui è resa disponibile sul [more]

Diritto all’oblio per i dati che rendono identificabile una persona

Diritto all’oblio per i dati che rendono identificabile una personaIMPORTANTE PRINCIPIO FISSATO DAL GARANTE PRIVACY Il diritto all'oblio può essere invocato - in casi particolari - anche partendo da dati presenti sul web che non siano il nome e il cognome dell'interessato, nel caso in cui essi lo rendano comunque identificabile, anche in via indiretta. E' il principio che ha fissato il Garante decidendo sul reclamo di un professionista che aveva richiesto invano a Google la deindicizzazione di una Url che risultava reperibile on line digitando non il proprio nome, ma il riferimento alla sua qualifica di presidente di una determinata cooperativa. La Url faceva riferimento ad una notizia non più attuale e non aggiornata, relativa ad un rinvio a giudizio avvenuto [more]

La raccolta e (è) la dipendenza. I dati del gioco d'azzardo

La raccolta e (è) la dipendenza. I dati del gioco d'azzardo Il volume delle giocate diviso per il numero dei giocatori che le hanno effettuate denuncia la diffusione e la gravità della dipendenza da gioco d’azzardo di Avv. Osvaldo Asteriti I dati, soprattutto se forniti con il sistema dei valori medi, possono servire a mascherare un fenomeno, piuttosto che a renderlo evidente. Secondo i dati diffusi da aams, nel 2018 la raccolta dei giochi d’azzardo, cioè l’insieme delle giocate, ha raggiunto la somma di 107,3 mld di euro, in lire più di 200 mila miliardi, segnando, nonostante i proclami politici contro l’azzardo e le “azioni” di prevenzione e contrasto, un più 5% rispetto all’anno precedente. Per arrivare a un valore medio attendibile, significativo, questa somma [more]

Il nuovo spazio della mediazione familiare. Disciplina, buone prassi e prospettive di riforma

Il nuovo spazio della mediazione familiare. Disciplina, buone prassi e prospettive di riforma L'evento in programma per il 14/6/2019, presso la Boxe delle Mole Vanvitelliana di Ancona,  si pone il delicato obiettivo di analizzare l'istituto della mediazione familiare, e le importanti ricadute sui componenti della famiglia ed in particolare sui minori, raccontando esperienze virtuose portate avanti nel nostro territorio e fuori Regione, e analizzando le prospettive di riforma. L'evento è organizzato dall'Associazione Fatto & Diritto in collaborazione con l'Associazione GEMME Italia e con il patrocinio di:COMUNE DI ANCONA, ORDINE AVVOCATI ANCONA, ORDINE PSICOLOGI REGIONE MARCHE, ORDINE ASSISTENTI SOCIALI DELLE MARCHE, GARANTE REGIONALE DEI DIRITTI DELLA PERSONA , ASSOCIAZIONE TRIBUNALE DI PACE . DI SEGUITO IL PROGRAMMA DEL CONVEGNO E L'ELENCO DEGLI INTERVENTI: ore 15,00 Saluti istituzionali  Tommaso Rossi [more]

La sicurezza nel pubblico spettacolo

La sicurezza nel pubblico spettacolo Ancona, 9 maggio 2019- Mole Vanvitelliana (Sala Boxe) Associazione Culturale Fatto&Diritto e collettivo HiP NiC organizzano ━━━━━━━━━━━━━━━━━━ La sicurezza nel pubblico spettacolo convegno di studio e approfondimento ━━━━━━━━━━━━━━━━━━ Con gli interventi di: ☛ Dott. Claudio Cracovia - Questore di Ancona L'attività della Polizia di Stato durante un evento di pubblico spettacolo: profili normativi, provvedimenti, prescrizioni ☛ Dott. Ugo Pastore - Consigliere Corte d’Appello di Ancona ☛ Avvocato Tommaso Rossi - Foro di Ancona Le responsabilità giuridiche dei gestori di locali pubblici ☛ Dott.ssa Francesca Freschi - Responsabile Ufficio Sportello Unico per le Attività Produttive Comune di Senigallia Normativa regionale sull'attività di intrattenimento e pubblico spettacolo: il ruolo del Comune e dell'ufficio SUAP ☛ Dott. Aldo Bernardini - Coordinamento tecnico AMAT Sicurezza ed eventi di spettacolo [more]

SAPORE & DIRITTO D’AUTORE: il caso Levola Hengelo/ Smilde Foods

SAPORE & DIRITTO D’AUTORE: il caso Levola Hengelo/ Smilde Foods di dott.ssa Sara Grande Le opere dell’ingegno sono giuridicamente tutelate dal diritto d’autore, che è un diritto territoriale; la legge regolatrice, infatti, non è quella del territorio ove l’autore ha svolto la sua attività creativa o in cui l’opera è stata pubblicata, ma quella del paese dove l’autore chiede che essa sia tutelata. Questo meccanismo normativo rende il sistema delle fonti del diritto d’autore particolarmente articolato. In tale contesto, la domanda da porsi è: tutte le opere sono tutelabili dal diritto d’autore? Di recente la Corte di Giustizia dell'Unione europea – con la sentenza n.310/2017 - si è pronunciata sulla questione riguardante l’attribuzione della qualifica di "opera" al sapore di un alimento, al fine [more]

I limiti dell'accesso civico generalizzato nei procedimenti di appalto delle Pubbliche Amministrazioni

I limiti dell'accesso civico generalizzato nei procedimenti di appalto delle Pubbliche Amministrazioni di avv. Tommaso Rossi Massima L'accesso civico generalizzato, di cui all'art. 5, comma 2, d.lgs. n. 33 del 2013, si applica anche ai procedimenti di appalto delle pubbliche amministrazioni di cui al d.lgs. n. 50 del 2016. La disciplina dell'accesso agli atti in materia di contratti pubblici, dettata dall'art. 5, comma 3, d.lgs. n. 50 del 2016, non configura una speciale disciplina, realmente derogatoria di quella di ordine generale di cui alla l. n. 241 del 1990 e tale da escludere definitivamente l'accesso civico che, pertanto, potrà essere temporalmente vietato, negli stessi limiti in cui ciò avviene per i partecipanti alla gara (fino al termine della stessa), ma non escluso definitivamente, se non per quanto stabilito da altre disposizioni, in primis laddove ricorrano i presupposti indicati dall'art. 5 bis co.2 d.lgs. n. 33 del 2013.In senso conforme: TAR [more]

Messa alla prova: aspetti operativi e sua utilità sociale

Messa alla prova: aspetti operativi e sua utilità socialedi Dott.ssa Erika Martinelli Il legislatore con la Legge n. 67 del 28/04/2014, entrata in vigore il 17/05/2014, ha introdotto l’istituto della messa prova. Essa si presenta come una sorta di Giano bifronte, in quanto sul piano sostanziale dà luogo all’estinzione del reato in caso di esito positivo della prova, e, sul piano processuale, ad una modalità alternativa di definizione del giudizio. È contenuta  nel codice penale agli articoli da 168 bis c.p. a 168 quater c.p.; nel codice di procedura penale agli articoli 464 bis a 464 novies ss. e all’art. 657bis, che disciplina il ragguaglio tra il periodo di prova dell’imputato e la pena comminata con sentenza esecutiva in caso di revoca della messa alla prova o esito negativo della [more]

La probabilità di vincita

La probabilità di vincitaL’obbligo di indicarla è previsto da diverse disposizioni, spesso disattese di avv. Osvaldo Asteriti ** Secondo il comma 4 bis dell’articolo 7 del decreto lege Balduzzi, convertito, con modificazioni, dalla legge 189/2012, “la pubblicità dei giochi che prevedono vincite in danaro deve riportare in modo chiaramente visibile la percentuale di probabilità di vincita che il soggetto ha nel singolo gioco pubblicizzato”. Il successivo comma 5 dello stesso articolo prescrive che “formule di avvertimento sul rischio di dipendenza dalla pratica di giochi con vincite in denaro, nonché le relative probabilità di vincita devono altresì figurare sulle schedine ovvero sui tagliandi di tali giochi”. Prescrizioni chiare, dirette a tutelare la salute dei giocatori, obbligando concessionari e [more]

PRIMA PAGINA

Focus Giuridici »

Inchieste »

AMBIENTE E INNOVAZIONE »

Diritto alla Salute »

CULTURA & SPETTACOLI »

LE GRANDI BIOGRAFIE »

Fatto&Diritto Giovani »