Prorogata mostra “Lacrime di smalto” a Senigallia

PLASTICHE MAIOLICATE FINO AL 2 NOVEMBRE

F&D mostra Lacrimedismalto- SENIGALLIA (AN) – Grande il successo e l’interesse suscitato a Senigallia dalla mostra “Lacrime di smalto” alla Rocca Roveresca, un evento espositivo unico nel suo genere dedicato alle plastiche maiolicate nelle Marche del Quattrocento.

Proprio considerando il notevole successo di pubblico, i numerosi consensi ricevuti da personalità del mondo della cultura e la gentile disponibilità degli enti e dei privati prestatori, la mostra è stata prorogata fino al 2 novembre e rimarrà visitabile tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 19.30.

La mostra è stata visitata in questi giorni anche da Francesco Guccini che è rimasto colpito dalla bellezza delle opere tanto che ha dichiarato “Certe figure sacre mi ricordano le immaginette devozionali che si collocavano un tempo nelle nicchie sull’uscio, come nella mia casa di Pavana. Un’occasione in più per ricordare le tradizioni contadine anche della mia terra”.

La mostra “Lacrime di smalto”, curata da Claudio Paolinelli dell’Università di Urbino, ha riscosso un grande successo di pubblico specialmente durante il mese di agosto ed in occasione delle aperture serali, superando le più rosee aspettative. Più di 30.000 i biglietti d’ingressi registrati dall’apertura nel mese di aprile a conferma del trend positivo dell’offerta culturale cittadina rappresentata da due mostre di livello nazionale collocate nelle sedi più prestigiose del centro storico. Considerati questi numeri, la mostra “Lacrime di smalto” proseguirà quindi fino al 2 novembre in concomitanza della chiusura dell’altra grande mostra “La grazie e la luce” a Palazzo del Duca e alla Pinacoteca Diocesana, dedicata al restauro della pala del Perugino proveniente dalla Chiesa delle Grazie e alla pittura marchigiana di fine Quattrocento.

La scelta della proroga della mostra è stata fortemente voluta dall’Amministrazione comunale anche per dare la possibilità alle scolaresche durante l’inizio dell’anno scolastico di poter ammirare i rarissimi capolavori ceramici provenienti da collezioni pubbliche e private per la prima volta messi a confronto.

La mostra allestita con grande maestria all’interno dei suggestivi spazi della Rocca Roveresca è stata visitata da numerosi cultori dell’arte ceramica sia italiani che stranieri ma anche da numerosi giovani studiosi.

(articolo ricevuto da Comune di Senigallia)

Print Friendly
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppGoogle+TumblrEmailPrintFriendlyCondividi

Leave a Reply