UNIVPM, ecco la carta dello studente

AD ANCONA SCONTI IN CIRCA 100 ESERCIZI CONVENZIONATI 

- Ancona – di Alessandro Faralla -

F&DcartastudenteAncona città universitaria”, un progetto molto articolato e atteso da tempo, che finalmente muove un primo passo operativo importante, con la nascita della Carta Studenti. Uno strumento, la Carta, che porterà consentirà ai giovani universitari di sentirsi maggiormente parte integrante del tessuto cittadino. Beneficiari, tutti gli iscritti all’Università Politecnica delle Marche (Univpm) di età non superiore ai 26 anni, i quali potranno usufruire di sconti e agevolazioni presso circa 100 esercizi commerciali di Ancona convenzionati. Proprio perché la tessera, assieme al futuro riconoscimento dello status di “studente fuori sede”, ha lo scopo di favorire la cittadinanza attiva degli universitari, in un futuro speriamo abbastanza prossimo, potrà anche garantire facilitazioni per manifestazioni teatrali, musicali, cinematografiche. In generale per le varie attività culturali promosse sul territorio che gli studenti non possono frequentemente permettersi a causa delle loro scarse disponibilità economiche. Le distribuzioni della carta, gratuite, sono iniziate ai primi di aprile presso le varie facoltà. Una consegna più ufficiale e generalizzata, affiancata da una campagna promozionale (pubblicità, vademecum) avverrà in concomitanza col trasferimento dell’Informagiovani in piazza Roma, nel nuovo complesso sotterraneo ex Cobianchi. Il neo Cobianchi avrà funzioni multimediali: Informagiovani comunale, Informadonna, una grande sale multimediale dotata di postazioni internet, navigazione wifi gratuita, videoproiettore, con possibilità di ospitare presentazione di libri, incontri, conferenze ed altre iniziative pubbliche. L’inaugurazione è prevista ad inizio maggio.

Il progetto “Ancona città universitaria” era stato presentato nel novembre 2011. Da allora ne è responsabile il dott. Marco Brutti, del Servizio Politiche giovanili, èd è promosso dal Comune di Ancona. Conta su diversi partner: Univpm, Consiglio studentesco, associazioni universitarie, Conerobus, Cus, Ersu, Museo Omero. Ed è forte di un finanziamento di 379.000 euro e di contributi ministeriali. Obiettivo raggiunto da segnalare, l’aggiornamento della guida “Dire, fare, abitare”, realizzata dal Servizio Politiche Giovanili del Comune e dall’Informagiovani.

La creazione di una specifica progettualità è un punto essenziale di “Ancona Città Universitaria” ai fini di un innalzamento dei servizi rivolti in risposta alle esigenze e ai bisogni dell’utenza studentesca. Lo scopo generale – quello di migliorare le condizioni di vita degli studenti nella città – passa attraverso il raggiungimento di obiettivi specifici: sviluppo di una rete territoriale coordinata di riferimento per i servizi agli studenti di cui è previsto il potenziamento, come quelli abitativi, di trasporto, sportivi e culturali; implemento dell’accesso e della diffusione di dati e informazioni utili mediante via telematica; sviluppo di azioni di consulenza e orientamento su questioni specifiche; nascita di nuovi spazi a disposizione degli studenti e delle associazioni studentesche.

Fondamentale per organizzare le linee d’azione nei vari ambiti di intervento è l’istituzione di uno stabile Tavolo di concertazione territoriale e monitoraggio del progetto “Ancona città universitaria” tra i soggetti istituzionali e rappresentanze studentesche.

Tra i tanti punti del progetto ancora da realizzare, ce n’è uno particolarmente caro agli studenti: la risoluzione della problematica mancanza di aree studio, che riguarda in particolare i fuori sede.

Dopo settimane di campagna promozionale per sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sull’attuazione dell’intero progetto, il 10 aprile l’associazione culturale universitaria Gulliver ha consegnato all’assessore comunale alle Politiche Giovanili, Paolo Marasca, circa 3.000 firme raccolte tra studenti e cittadini. La Carta Studenti, va ribadito, rappresenta infatti solo il primo passo strategico. Per questo gli studenti solleciteranno l’assessore a rendere permanente il Tavolo Tecnico (al quale si sono già seduti insieme in più occasioni), essenziale per seguire l’effettiva progressiva “costruzione” di un’Ancona davvero città universitaria e stabilire un rapporto di dialogo costante e fattivo con le istituzioni.

L’elenco degli esercizi commerciali convenzionati con le relative agevolazioni assicurate dalla Carta Studenti è disponibile presso l’Informagiovani o consultando il suo sito internet www.informagiovaniankona.com.

(articolo tratto da Urlo – mensile di resistenza giovanile)

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply