Su il sipario allo storico Circolo Barilari di Ancona

RIAPERTURA ALL’INSEGNA DI ARTI E SOCIALITA’ CONDIVISE

 - Ancona – di Salvatore Cammarata -

 F&D foto circolo barilariSimone de Beauvoir con il suo celeberrimo saggio “Le deuxieme sexe”, dimostrava che “donna non si nasce, si diventa”. E’ quanto di meglio si possa affermare a proposito di Antonella Gaetani, donna tenace e determinata nel realizzare il suo ambizioso progetto di riaperura del circolo Barilari, in via Curtatone 21, nel centro di Ancona. Un tempo, fino agli anni ‘90, storico locale dei Repubblicani in città. Chiuso per un lunghissimo periodo, è sbocciato a nuova vita il 30 ottobre scorso. Non più per svolgere attività politica, ma per proporsi come un “laboratorio-circolo” – così  Antonella preferisce definirlo – che punti a creare le piacevoli sensazioni dello stare insieme senza vincoli e limiti di età ed estrazione sociale in un clima di gradevole convivenza. Un luogo di ritrovo, ispirato al più elevato concetto etico di incontro e dialogo, nel quale il teatro soprattutto ed altre forme artistiche coinvolgano gli associati-utenti in una dimensione straordinaria, autofinanziata e autogestita, dove spazio e tempo risulteranno variabili insignificanti. Ciò rende onore alla memoria dei locali e circoli che, storicamente, via via per tutto il ‘900 sono stati centri nevralgici per lo sviluppo e la profusione degli ideali culturali dalla sinistra repubblicana, democratica, socialista e comunista della città dorica.

Antonella, animata da inesauribile vitalità, ha dato il meglio di se nella sistemazione degli arredi. Il circolo, del tutto rinnovato  e riverniciato con raffinato gusto, si sviluppa in due locali al piano terra. Nell’ampia sala principale spiccano tavolini e mobili vintage e si affacciano gli autorevoli busti in gesso degli insigni Domenico  Barilari, patriota mazziniano (consigliere comunale ad Ancona e cofondatore del giornale Il Lucifero nel 1870) e Giovanni Bovio  filosofo e politico napoletano (anche lui repubblicano e deputato al Parlamento del Regno d’Italia). Attualmente vi è allestita un’interessante mostra fotografica di Andrea Franceschetti, che ha per oggetto paesaggi della zona anconetana. Volgendo poi in su lo sguardo si possono ammirare le alte pareti: richiamano felicemente le caratteristiche mura dei vicoli dello storico e vicino rione di Capodimonte. In un angolo spicca la presenza di una vecchia e affascinante cabina telefonica. Non poteva mancare il palcoscenico, coi relativi allestimenti. “E’ a disposizione dei soci per le più varie esibizioni artistiche”, sottolinea Antonella.
La sala più piccola ospita il bar, pronto a servire aperitivi, rinfreschi, ma anche predisposto per buffet e stuzzicheria.
Il teatro-cabaret vuol essere il cuore pulsante del nuovo Barilari. Ma in cantiere sono pronte altre iniziative, in particolare corsi di giocoleria, tango argentino, chitarra acustica, con qualificati insegnanti, didattiche e prove tecniche. Gli spettacoli teatrali in programma saranno realizzati, quando possibile, con la collaborazione della nota attrice di teatro-circo Valentina Rosati. Mentre Clementina Scudiero e Romina Antonelli, che vantano nel loro curriculum un’apparazione alla trasmissione televisiva Zelig, saranno ospiti assidui.
Il giovedi, il venerdi e il sabato saranno dedicati agli aperitivi musicali, al cabaret, con cena sociale a tema o buffet.  E poi le esposizioni fotografiche organizzate da “Gli amici di Carlo”, i tornei di burraco, le presentazioni di libri. Sono inoltre previsti gli incontri con le compagnie in tournèe nei vari teatri di Ancona. Dopo le loro esibizioni gli artisti saranno ospiti del circolo e si intratterranno a cena coi soci, che così avranno modo  di conoscere ed interagire coi personaggi stessi dello spettacolo.

 Alcuni eventi in calendario: sabato 7 dicembre, lo show di Jò Pier, trasformista, comico e cantante (entrambi alle ore 21 ad ingresso euro 10 comprensivo di buffet-apericena); venerdì 20 e sabato 21 dicembre il concorso “Corti Teatrali” (ore 21).

Il Circolo, affiliato Endas, è aperto tutti i giorni in orario 8-24, e nel fine settimana fino all’una del mattino. Per frequentarlo occorre acquistare la tessera annuale e diventare soci, costa appena 20 euro.

Per informazioni: tel. 392/2545973 (Antonella); su Facebook “Antico circolo Barilari”

(tratto da Urlo – mensile di resistenza giovanile)

 

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply