Lo psicologo in farmacia sentinella del disagio

PROGETTO PILOTA IN 10 ESERCIZI DELLA PROVINCIA DI ANCONA

 di Giampaolo Milzi

immagine psicologo farmacia- Ancona -La classica formula “via mal” della semplice pillola può rivelarsi, se applicata a lungo, una scorciatoia affatto risolutiva. Mal di testa? Forme d’ansia? Da un mese c’è una figura nuova in alcune farmacie della provincia di Ancona, un “professionista aggiunto” pronto a scambiare due chiacchiere in tutta privacy con l’utente, per scoprire se sia il caso di aiutarlo ricorrendo ad un percorso terapeutico. Eh sì, perché in molti casi cefalea, insonnia, inquietudine, sbalzi d’umore sono il sintomo, da non trascurare, di una vera e propria patologia o di uno stato prepatologico  Si chiama “Sentinella del disagio: lo psicologo in farmacia”, il progetto pilota in Italia lanciato da Federfarma Ancona e operativo in 10 esercizi. “Rispondiamo ad una esigenza che abbiano monitorato per sei mesi proprio nelle farmacie, circa 40, dove tantissime persone chiedono consigli per mal di testa, vari tipi di stress, disturbi del sonno – spiega Luigi Galatello Adamo, presidente di Federfarma Ancona. – Un trend di disagi in crescita anche a causa della crisi economia, di pari passo all’uso degli psicofarmaci”. La fase sperimentale del progetto – messo a punto dall’associazione di categoria in collaborazione con la psicologa Annamaria Quattrini, coadiuvata dalle colleghe Clarice Orsi, Luisa Annibaldi ed Elisa Orsetti – punta soprattutto alle prevenzione, ad intercettare il malessere quando non si manifesta ancora in modo grave. Come? Le quattro psicologhe ruoteranno a turno nelle 10 farmacie selezionate dove, in un locale appartato, su segnalazione dell’esercente, si intratterranno con l’utente per una consulenza gratuita, per iniziare una volta la settimana. Già dopo il primo incontro, possibile valutare se sia il caso di proseguire con un percorso psico-curativo mirato, a tariffe prestabilite, nello studio privato.

“Insomma, un punto di riferimento in più per i cittadini. Ma anche per i farmacisti e per i medici di base. Con i quali agiremo sempre di più in modo coordinato ed efficace, non certo sostitutivo”, aggiunge Galatello. Terminato il periodo di sperimentazione, dopo l’estate Federfarma farà un primo bilancio, per coinvolgere poi nel progetto altre farmacie e proprio i medici di famiglia. Da ottobre si entrerà nella fase a regime: effettuate le prime consulenze gratuite, gli psicologi “in campo” potranno indirizzare i neo-pazienti nei propri locali professionali per l’eventuale terapia, oppure continuare a seguirli nell’esercizio sanitario contribuendo all’affitto dello stesso.

_______________________________________________

Le farmacie operative per il periodo sperimentale di 6 mesi

Ancona, corso Amendola 26 (tel. 071/202710) e via Ascoli Piceno 23 (071/679114); Falconara, via Marconi 72 (9174546) e via Flaminia 526; Marina di Montemarciano, via Adriatica 15 (071/9198614); Senigallia, via Copernico 46 (071/698372); Corinaldo, viale degli Eroi 7 (071/679114); Morro D’Alba, via Roma 55 (0731/63015); Cupramontana, piazza Cavour (0731/780171); Castelplanio, via Roma 23 (0731/813543)

Per giorni e orari di consulenza: www.trovalafarmacia.it

(tratto da Urlo – mensile di resistenza giovanile)

 

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply