Grotte di Camerano, antichi misteri a lume di candela

EMOZIONI DALL’OSCURITÀ”, UN TOUR ESTIVO IN COMPAGNIA DI MAGICHE FIGURE

-di Daniele Palazzo

FD grotte CameranoCamerano (An), 30 giugno 2013 - Il turismo non dovrebbe solo far conoscere la storia e l’arte di un luogo e delle pietre che lo costituiscono. Dovrebbe soprattutto suscitare un’emozione. Una dichiarazione d’intenti tradotta efficacemente in pratica da “Emozioni dall’oscurità”, lo spettacolo itinerante ambientato nelle Grotte di Camerano (An). Un luogo di storia e di storie, una città nascosta sotto la città, che continua a rivivere e ad affascinare un pubblico crescente grazie ad una performance di teatro sperimentale. I partecipanti si ritrovano coinvolti in un percorso sotterraneo nel quale procedono a lume di candela, in bilico tra mistero e vite trascorse. Dove la memoria si mescola alla suggestione. Dove sembrano quasi materializzarsi le ombre di cavalieri templari e massoni, di antiche presenze e figure magiche prodighe di intrighi e cospirazioni. Fino a riscoprire vicende collettive più recenti, come quella delle tante persone che usarono le grotte come rifugio durante la seconda guerra mondiale.
Emozioni dall’oscurità” è frutto del lavoro degli artisti anconetani del Collettivo Delirio Creativo (CDC), del supporto scenografico dello studio grafico 169Design di Camerano, e di quello degli esperti di storia locale Alberto Recanatini ed Angelo Monaldi. Una intuizione sviluppatasi prima come esperimento, e poi, visto il successo, rilanciata in pianta quasi stabile in questa estate dal team organizzativo della Pro Loco Carlo Maratti di Camerano.
Grande, del resto, l’eco suscitato dal debutto dello spettacolare tour, di cui si sono occupati anche le televisioni nazionali. Soprattutto per la registrazione di una strana voce, in apparenza femminile, catturata nelle grotte da alcuni tecnici del suono e fatta ascoltare durante il percorso su iniziativa di Marrico Rocchi della Pro Loco.
Sono le stesse attrici Fabiana Baldinelli ed Alessia Raccichini del CDC, nel ruolo di guide lungo l’iter ipogeo, ad ammettere “di essere state inaspettatamente coinvolte dall’atmosfera, difficilmente spiegabile a parole, che la pietra delle grotte scavate nei secoli è in grado di trasmettere”. Recanatini ha fornito il materiale più commovente: la testimonianza dei 18 giorni in cui nel 1944 i cameranesi trascorsero ore interminabili nelle grotte per sfuggire ai bombardamenti aerei.

Questo tour è del tutto particolare – sottolinea Paolo Generi (Presidente della Pro Loco di Camerano) – perché offre al visitatore un’esperienza emozionale che spazia dal divertimento alla commozione, in un crescendo di tensione. È una risposta concreta in termini di qualificazione dell’offerta turistica del territorio perché in linea con i trend dell’attuale domanda, secondo cui turisti sempre più esigenti preferiscono alla semplice fruizione storico-artistica di un territorio, quella più magica ed emotiva”.

Le prossime date del tour nel mese di luglio:

venerdì 5/7, sabato 13, 20 e 27 (ore 21,30 con replica alle 22,30).

Per conoscere le altre date di luglio e agosto e per prenotazioni:

Ufficio IAT di Camerano, tel. 071/7304018, 342/5381801.

(tratto da Urlo – mensile di resistenza giovanile)

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply