Nasce una nuova partnership tra Elsa Italia (European Law Students’ Association) e Pro Bono Italia

image001Pro Bono Italia, la prima associazione di avvocati per la promozione di una cultura del pro bono in Italia, ed ELSA (European Law Students’ Association) Italia, branca italiana della più grande associazione europea di studenti e giovani laureati in legge, sono liete di annunciare l’avvio di una collaborazione per la promozione e lo sviluppo di una cultura giuridica con al centro la tutela dei diritti umani e la prestazione di attività pro bono in favore dei più deboli.

Pro Bono Italia ed ELSA Italia si adopereranno nell’organizzazione di attività formative e di ricerca, nonché nella realizzazione di progetti accademici, finalizzati ad avvicinare studenti e neolaureati alla pratica del pro bono.

Siamo felici di aver intrapreso questa collaborazione con ELSA Italia.” – ha commentato l’avv. Giovanni Carotenuto, Presidente di Pro Bono Italia – “Obiettivo comune è far sì che studenti e neolaureati possano affiancare i professionisti della nostra rete nella risoluzione dei casi pro bono, che ci vengono sottoposti quasi quotidianamente da associazioni non-profit e, più di recente, da singoli individuiEntusiasmo, competenza ed esperienza le parole chiave di quest’iniziativa – prosegue l’avv. Carotenuto – che fa leva sulla tendenza, sempre più diffusa tra le nuove generazioni di avvocati, di ricercare la propria realizzazione anche attraverso l’espletamento della funzione sociale della professione”.

È un vero piacere” – continua il dott. Ander Maglica, Presidente di ELSA Italia – “affiancare oggi le nostre associazioni sotto un comune obiettivo di responsabilità sociale e tutela dei diritti umani, offrendo, da un lato, agli avvocati di oggi e, dall’altro, a quelli del domani, l’opportunità di collaborare assieme in casi pro bono e così – ci auguriamo – unire diverse generazioni di professionisti a favore dei più deboli e bisognosi”.

Print Friendly
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppGoogle+TumblrEmailPrintFriendlyCondividi

Leave a Reply