Sirolo, perla del Conero troppo costosa e noiosa

DETTO TRA NOI – LETTERE AD URLO (1)

Velluto bludi Andrea Giacomelli – Sirolo (An) – Deve esserci sicuramente qualcosa che mi sfugge nella logica di gestione della stagione turistica della cittadina di Sirolo (An). La sera del 9 luglio in piazza c’erano non più di un terzo delle persone che l’anno scorso si potevano contare sempre in piazza. Eppure non c’era nulla, assolutamente nulla da fare. Zero, zero da vedere. Zero da ascoltare. Zero di cui parlare. Zero assoluto. Un turista olandese mi ha fermato e ci siamo messi a scambiare due chiacchiere. Dopo pochi minuti mi ha spiegato che la giornata precedente al mare gli era costata complessivamente 160 euro = 12 euro di parcheggio + 8 euro di ticket per i bus (erano in 4) + 140 euro di pranzo per aver consumato un antipasto, 4 primi, 2 dolci, 1 caraffa di vino e 1 litro di acqua e caffè. Mi ha spiegato che i precedenti 8 giorni li aveva trascorsi in Croazia. lo diceva ridendo… chissà perchè?

(tratto da Urlo – mensile di resistenza giovanile)

 

 

 

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply