L’arte a portata di cinema

Per chi ama l’arte potrebbe essere l’occasione di vivere qualcosa di nuovo, di ammirare le opere non passeggiando per i corridoi di una mostra ma seduti comodamente in poltrona. Di un cinema.

La tendenza nasce e cresce nell’atmosfera inglese. Infatti all’anno corso risale la proiezione in contemporanea mondiale in mille sale, anche italiane, della meravigliosa rassegna su Leonardo allestita alla National Gallery di Londra.
Ora
Exhibition. La grande arte al cinema”, così si chiama la serie distribuita in Italia da Nexo Digital, è ricominciata l’11 aprile scorso con Manet. Ritratti di vita” dalla Royal Academy di Londra, cui seguiranno il 27 giugnoMunch 150” dal Museo Nazionale e dal Museo Munch di Oslo e a seguire il 10 ottobre 2013 Vermeer e la musica: l’arte dell’amore e del piacere” dalla National Gallery di Londra.

La produzione, che nasce dall’idea di Phil Grabsky, sta avendo un grande successo in tutto il mondo;
L’
11 aprile scorso gli spettatori attraverso il grande schermo e sulle note di Chopin e Shumann, hanno potuto ammirare via satellite le opere straordinarie di Manet, i suoi numerosi ritratti “raccontati” dalla guida dello storico dell’arte Tim Marlow ed i curatori MaryAnne Stevens e Larry Nichols. Ma la proiezione non riguarda soltanto le opere dell’artista, ci sono approfondimenti anche sulla vita e le stesse opere degli protagonisti del “film” anche con riprese sui luoghi che in qualche modo hanno dato l’ispirazione artistica. Insomma forse qualcosa in più di una tradizionale mostra.

L’11 aprile gli spettatori italiani sono andati al cinema cosi come gli spettatori di Inghilterra, Argentina, Australia, Canada, Cile, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Guatemala, Ungheria, India, Malta, Olanda, Nuova Zelanda, Norvegia, Polonia, Russia, Svezia, Svizzera permettendo, come racconta il produttore, anche a coloro che non possono raggiungere Londra di ammirare le opere ed il mondo di Manet.

Lo stesso accadrà nei prossimi appuntamenti in programma dell’arte al cinema. Sul sito della Nexo Digital (www.nexodigital.it) tutte le informazioni sul progetto on Italia.

VALENTINA COPPARONI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply