Cord Blood Bank, il cordone ombelicale messo in banca

SCOPRIAMO LE BANCHE PIU’ RICCHE DI STAMINALI DEL MONDO

di Dott. Giorgio Rossi (Oncologo)

Unknown- Il cordone ombelicale contiene del sangue particolarmente ricco di cellule staminali , quelle cellule normalmente presenti nella persona adulta nel midollo osseo , sono capaci nel loro percorso di crescita di diventare cellule di diverso tipo : in primis cellule del sangue ma anche cellule muscolari , cartilaginee, neurologiche .

L’uso di più vecchia data riguarda le cellule staminali ematologiche ,quelle cioè capaci di diventare globuli rossi , globuli bianche e piastrine , ed utilizzate come trapianto in persone affette da malattie come leucemie , linfomi ma anche talassemia . Più recentemente particolari elaborazioni delle staminali permettono di differenziarle in cellule di diversi organi .

L’utilizzo del sangue cordonale non coinvolge nessun problema etico in quanto il prelievo sul cordone ombelicale viene effettuato subito dopo la nascita a cordone completamente reciso e quando ormai il neonato è autonomo . Come qualsiasi donazione d’organo è necessario il consenso dell’interessato , nello specifico dei genitori del nascituro .Due possono essere le vie da seguire : o la donazione completamente gratuita viene effettuata a favore di una istituzione pubblica , in questo caso il sangue donato sarà a disposizione di chiunque ne possa aver bisogno, oppure viene donato ad una istituzione privata a pagamento ed allora sarà utilizzato solo dall’interessato, il neonato , in caso di bisogno .In Italia esistono 18 banche per la conservazione del sangue cordonale , la più importante delle quali è la Cord Blood Bank di Milano che proprio in questi giorni , l’8 giugno prossimo, compie 20 anni di attività .

Sia nel pubblico che nel privato il sangue cordonale dopo la raccolta che avviene semplicemente mediante un prelievo sul cordone ombelicale è sottoposto ad analisi per verificare che siano presenti un numero sufficiente di cellule staminali e quindi viene criopreservato ; i dati relativi ad ogni singolo prelievo vengono immessi in una banca dati mondiale ove si può individuare il ricevente compatibile . Le cellule staminali del cordone ombelicale , rispetto a quelle normalmente presenti nel midollo osseo , hanno il grande vantaggio di essere meno immunogene che vuol dire minore probabilità di rigetto. Pertanto è comprensibile come sia importante la donazione del cordone che può veramente salvare vite umane . L’8 giugno a Milano ci sarà un convegno che oltre ad informare sullo stato dell’arte delle cellule staminali , enfatizzerà l’importanza delle donazioni , sempre ricordando che altrimenti il cordone ombelicale dopo la nascita del bambino viene gettato .

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply