Diritto alla salute – MCS, una rara forma di intolleranza ambientale

 SCOPRIAMO UN RARO TIPO DI INTOLLERANZA AMBIENTALE ALLE SOSTANZE CHIMICHE: LA C.D. SENSIBILITA’ CHIMICA MULTIPLA (MSC)

del dottor Giorgio Rossi

 MCSNei giorni scorsi sono apparse notizie relative ad una donna di 48 anni di Cagliari affetta da una rara malattia chiamata Sensibilità Chimica Multipla o Multiple Chemical Sensitivity (MCS) degli autori anglosassoni, che consiste in una intolleranza ambientale totale alle sostanze chimiche . Dato che in Italia la malattia non è riconosciuta dal SSN ,la donna si stava recando in Germania , a Monaco , ove esistono centri di cura , ma a Roma si è dovuta fermare in quanto colta da una improvvisa intolleranza . Da qui un appello da parte del suo legale , affinché le istituzioni vengano in aiuto della sventurata .

Ma cos’è questa malattia ? Gli autori americani, ove la malattia è stata maggiormente studiata, definiscono la MCS come un termine enigmatico e nonostante sia stato scritto su di essa da più di 50 anni non è ancora chiaro se sia una malattia dovuta ad una alterazione organica o una percezione soggettiva di malessere .
La prima segnalazione di questa malattia risale al 1950 , quando un allergologo statunitense di nome Theron Randolph , fondatore di un movimento chiamato “ clinical ecologists”, descrisse una serie di sintomi che successivamente furono poi raggruppati nella MCS.
Questi sono multi-organo e non bene specifici ; i più caratteristici sono rappresentati da facile stancabilità , difficoltà di concentrazione , scarsa memoria , rinite, cefalea , dolori osteo-muscolari , e sono causati dall’esposizione alle più varie sostanze chimiche ambientali come insetticidi , pesticidi, disinfettanti , detersivi , profumi , deodoranti personali e per la casa , vernici , solventi , colle , materiali dell’edilizia, carta stampata , inchiostri , scarichi delle auto , fumi di stufe, camini, barbecue , prodotti plastici , farmaci, anestetici , tessuti e stoffe specie se nuove ed altro ancora .
Una caratteristica tipica è che basta una minima quantità di prodotto , molto al dì sotto dei livelli tossicologici , per scatenare i sintomi che poi scompaiono subito all’allontanamento del prodotto stesso. Non sono state dimostrate tipiche alterazioni di esami di laboratorio , anche quelli riguardanti il sistema immunitario , né alterazioni di esami radiologici o similari . La malattia è comunque invalidante ; la persona colpita spesso è costretta a lasciare il lavoro , interrompere i rapporti sociali , ad isolarsi . La MCS è una malattia acquisita , con un andamento cronico e progressivo che colpisce maggiormente le donne di età superiore ai 30 – 35 anni e si manifesta come risposta ad una distinguibile esposizione a numerosi agenti chimici che non sono tra loro in relazione né chimicamente , né strutturalmente , né dal punto di vista tossicologico.
I meccanismi di azione e le reali cause che scatenano tale malattia sono ancora oggetto di dibattito e studio ; il fatto che non sono mai stati evidenziato due pazienti che presentano i medesimi sintomi a la medesima reazione ad una stessa sostanza o situazione , pone alcuni dubbi sul considerare la MCS una patologia organica riconoscibile . Molti sostengono infatti che sia più da considerare un disturbo di natura puramente psicosomatica , vista l’elevata presenza di pazienti, circa il 75%, con problematiche psicologiche – psichiatriche come attacchi di panico , depressione ed altre .
Non esiste una cura specifica ma integratori e farmaci senza sostanze chimiche sembrano aiutare questi pazienti così come l’utilizzo di farmaci psichiatrici del tipo degli antidepressivi.
Negli Stati Uniti la MCS è riconosciuta dall’Agenzia Americana per la Protezione Ambientale ( EPA – Evironmental Protection Agency ) e dalle leggi della disabilità (ADA – American Disability Act , oltre che da un centinaio di agenzie ed enti governativi federali .
Anche in Germania la MCS è stata inclusa nella Classificazione Internazionale delle Malattie dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) sotto il codice T 78.4 “ allergia non specificata”.In Italia , invece, la MCS non è riconosciuta come malattia , non è identificata da un proprio codice sanitario e pertanto le persone affette non hanno alcuna possibilità di poter usufruire di quelle cure comunque riconosciute utili.

 

 

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply