Digital Arianna”, diAry, una app dell’Università di Urbino contro il Coronavirus

(dal sito https://covid19app.uniurb.it)

mockup“Digital Arianna”, diAry, è un’applicazione mobile che consente di tenere traccia, sul proprio dispositivo, degli spostamenti e delle circostanze rilevanti ai fini del contenimento del contagio da COVID-19. Per fronteggiare la diffusione del virus è infatti essenziale risalire ai luoghi e alle persone frequentati durante il periodo di incubazione.

I dati sono conservati sul dispositivo personale dell’utente, che può decidere liberamente di consultarli, esportarli ed eventualmente incrociarli con informazioni di pubblica utilità.

Adottare comportamenti responsabili e conservarne memoria è il modo più efficace con cui ogni individuo può contribuire alla salute pubblica. Tale contributo viene riconosciuto e quantificato in termini di WOM, speciali certificati che riconoscono il valore sociale delle azioni individuali.

WOM (acronimo di Worth One Minute) possono essere utilizzati come voucher, ai quali esercenti e fornitori di servizi possono attribuire un valore concedendo sconti e agevolazioni. Questo semplice meccanismo premiale contribuisce alla coesione sociale, attribuendo un valore al rispetto delle misure contenitive e offrendo un semplice meccanismo per legare questo atto di responsabilità all’economiadei territori coinvolti.

Come un filo d’Arianna, i dati conservati sul proprio smartphone offrono una traccia attendibile per uscire dal labirinto del COVID-19.

Come funziona diAry?

 

  1. Rileva automaticamente la posizione e gli spostamenti dell’utente e ne conserva memoria locale(cioè sul dispositivo personale), senza interferire con il normale funzionamento dello smartphone e campionando la posizione in modo intelligente, cioè solo quando cambia significativamente, in modo da impegnare al minimo risorse e memoria;
  2. Permette all’utente di etichettare tutti i luoghi in cui si ferma per almeno 5 minuti e ne mantiene memoria riconoscendoli nei giorni successivi;
  3. Calcola statistiche giornaliere del tempo trascorso in ciascun luogo o in movimento, riconoscendo se gli spostamenti avvengono a piedi, in bicicletta o su veicoli a motore (che permette di classificare);
  4. Consente di annotare in qualsiasi momento eventi o situazioni di rilievo;
  5. Permette di conferire statistiche giornaliere ad un database centrale, in modo anonimo e volontario, contribuendo alla costruzione di un open data set;
  6. Premia i comportamenti responsabili, permettendo di riscuotere a fine giornata un numero di WOM (voucher per il riconoscimento del valore sociale) proporzionale al tempo di utilizzo dell’App e al tempo trascorso a casa;
  7. Permette all’utente di visionare in qualsiasi momento tutte le tracce raccolte nel proprio dispositivodicondividerle, di interrogarle e di incrociarle con dati di pubblica utilità.

Che garanzie offre diAry?

Open source e open data. Digital Arianna è sviluppato senza finalità di lucro dall’Università di Urbino e da DIGIT srl, spinoff universitario, srl innovativa e società benefit, con il contributo volontario di civic hackers, sviluppatori e ricercatori. L’applicazione è distribuita liberamente. La specifica e gli algoritmi sono pubblici. Il codice sorgente verrà rilasciato in aprile 2020 per permettere alla comunità open source di contribuire al progetto. Tutte le statistiche raccolte verranno rese disponibili come open data. Anche la piattaforma WOM, utilizzata per riconoscere il valore sociale dei comportamenti individuali, è una tecnologia open source.

Voucher per impegno sociale. Utilizzare l’app è una scelta individuale che genera valore sociale. Tale valore è quantificato in termini di WOM, voucher concepiti nell’ambito di un progetto europeo e inclusi tra gli strumenti di innovazione sociale digitale della Commissione Europea. I WOM possono essere guadagnati impegnandosi in azioni di interesse collettivo compiute tramite strumenti riconosciuti dalla piattaforma. L’app diAry rientra tra questi strumenti, perché contribuisce alla mobilità responsabile e al contenimento del rischio epidemico. I WOM possono essere utilizzati come voucher, che valgono il riconoscimento di sconti e agevolazioni da parte di esercenti e fornitori di servizi intenzionati a premiare chi dimostri di aver adottato comportamenti sostenibili e socialmente responsabili. Le applicazioni per la gestione dei WOM sono gratuite e il loro utilizzo è libero e privo di costi di transazione. https://wom.social/

Dati personali. diAry non richiede la registrazione o la creazione di account, poichè conserva sul dispositivo personale tutti i dati che raccoglie. L’app non prevede alcuna modalità di caricamento in rete delle tracce. Consente solo di estrarle in formato csv per lasciarne all’utente piena libertà di utilizzo all’esterno dell’app. Le statistiche che vengono calcolate quotidianamente non contengono dati personali, nè informazioni puntuali che consentano di risalire alla persona a cui si riferiscono, ai suoi spostamenti, o a i luoghi che ha visitato. Solo queste informazioni statistiche possono essere conferite ad un server, in modo anonimo e su esplicita richiesta dell’utente, al fine di contribuire a formare un open data set.

Soggetti promotori:

  1. Università degli Studi di Urbino Carlo Bo https://uniurb.it
  2. DIGIT srl innovativa società benefit https://digit.srl

Quando

Roadmap di breve periodo

  1. Venerdì 21 marzo 2020 – Pubblicazione formato open data set
  2. Lunedì 23 marzo 2020 – Distribuzione app ai beta tester
  3. Entro fine marzo 2020 – Rilascio versione beta su store Android iOS
  4. Entro aprile 2020 – Pubblicazione progetto open source

Come contribuire al progetto

Il progetto è aperto alla partecipazione e al contributo di chiunque ne condivida l’intento e pensi di poter contribuire ad aumentarne l’efficacia. A titolo di esempio, sono forme di partecipazione attiva al progetto:

  1. Tutti: Commenti costruttivi e consigli su specifiche, usabilità e funzionalità
  2. TuttiPartecipazione ai test dell’applicazione prototipo
  3. Sviluppatori e civic hackers: Elaborazione e visualizzazione dei dati dell’open data set
  4. Sviluppatori: Sviluppo di connettori WOM per le piattaforma di acquisto online
  5. Esercenti: Offerta di sconti e agevolazioni ai titolari di WOM
  6. Esperti di comunicazione: Organizzare campagne di sensibilizzazione all’utilizzo
  7. Influencer / testimonial: Promuovere l’adozione dell’app
  8. Tutti: Utilizzo personale dell’app!
Print Friendly
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppGoogle+TumblrEmailPrintFriendlyCondividi

Leave a Reply