Vaccino antinfluenzale, si va verso lo sblocco

ROMA, 2 NOVEMBRE ’12- Come ricorderete ,dopo il blocco del vaccino antinfluenzale Inflexal della Azienda Crucell , il Ministro della Salute Balduzzi e l’Agenzia Italiana del farmaco ( AIFA) in data 24/10/2012 hanno disposto il blocco di 500 dosi del vaccino Agrippal e Fluad prodotti dalla Azienda Novartis una multinazionale svizzera presente in tutto il mondo , tra le prime nel settore farmaceutico, con alcune sedi di managment e produzione anche in Italia . Ad Origgio la sede centrale , a Siena la sede per la produzione del vaccino antinfluenzale che copre il 60% della produzione mondiale .Le dosi al momento del blocco erano già in commercio e fanno parte di un quantitativo complessivo di 3000 dosi già commissionate all’Azienda .

Il blocco a scopo cautelativo è stato deciso in quanto si sono rese visibili delle particelle in sospensione nel liquido vaccinico che è presente in commercio in siringhe preriempite pronte all’uso.

Dopo la nota dell’Italia , anche la Svizzera ed il Canada hanno disposto un analogo provvedimento .

Subito è iniziata una stretta collaborazione tra l’Istituto Superiore della Sanità italiano e la Novartis,

stessa cosa negli altri paesi interessati , per definire la questione mediante adeguati approfondimenti nel più breve tempo possibile .Questa cooperazione sta dando buoni frutti.

E’ di ieri infatti la notizia che il blocco sarà verosimilmente tolto a breve in quanto è stato dimostrato che le particelle sono degli aggregati del vaccino stesso che scompaiono agitandola siringa prima dell’uso ; pertanto nessuna impurità estranea al vaccino come inizialmente si poteva sospettare .

La Svizzera ha già revocato il blocco ed anche il Canada è in corso di sblocco.

Per la tranquillità dei cittadini la vaccinazione antinfluenzale potrà essere proseguita regolarmente e soprattutto le persone che hanno già ricevuto tali vaccini non hanno nulla da temere .

E’ auspicabile che tali vicende non riducano il numero dei vaccinati in quanto è ormai ampiamente dimostrata l’utilità della procedura con le dovute cautele per gli effetti collaterali che ogni farmaco “ vero “ presenta.

DOTT. GIORGIO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply