Una vita difficile, trovato morto fratello di Giorgio Panariello

VIAREGGIO (LUCCA), 27 DICEMBRE ’11 – Un’infanzia difficile e una vita inevitabilmente segnata dal dolore; dal distacco dalla madre e poi dal fratello; da strade sbagliate e percorsi che conducono alla morte. Una vita stroncata a metà del suo cammino. Francesco Panariello (per tutti Franco), fratello del noto showman Giorgio, è stato trovato morto poco dopo la mezzanotte di ieri, disteso su un’aiuola sulla terrazza della Repubblica di fronte a bagno Zara a Viareggio. Aveva 50 anni e un passato nel tunnel della droga, che lo ha segnato, fino a condurlo alla morte. Lo ha notato un passante che ha dato subito l’allarme al 118 e alla polizia, ma quando i soccorsi sono arrivati per Francesco non c’era già più niente da fare. Il suo cuore aveva smesso di lottare. E’ stato proprio l’attore e showman Giorgio Panariello a effettuare il riconoscimento della salma del fratello, trasportata all’obitorio dell’ospedale Versilia, dove domani, con ogni probabilità, sarà effettuata l’autopsia per accertare le cause del decesso. In passato Francesco Panariello aveva avuto problemi di tossicodipendenza, da cui sembrava essere uscito proprio grazie all’intervento del fratello Giorgio, cui era legatissimo nonostante la loro difficile infanzia. Abbandonati quando Giorgio aveva un anno e Franco era appena nato da una madre troppo bambina a sua volta per occuparsi già di due figli, i fratelli erano stati separati. Il più grande, affidato ai nonni e Franco, in un collegio dove rimase per 12 anni prima di essere adottato da una famiglia benestante. Ma quella di Franco era un’infanzia, una vita inevitabilmente segnata da inquietudine e sofferenza. Dopo varie vicissitudini finì in carcere, si ammalò, cadde nel pericoloso tunnel della droga. Grazie al fratello Giorgio provò a disintossicarsi alla comunità di San Patrignano. Sembrava esserci riuscito, una battaglia lunga sette anni, ma vinta. L’illusione di quella vittoria si è spenta ieri.

TALITA FREZZI

 

 

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply