Tragico incidente in galleria a Porto San Giorgio

PORTO SAN GIORGIO, 14 Maggio 2013 – Sembra addebitarsi allo scoppio di una gomma, il tragico incidente avvenuto domenica notte nella galleria Acqua Rossa, nella corsia nord dell’A14 tra Grottammare e Pedaso. Il suv, con a bordo un’intera famiglia, ha perso il controllo e si è schiantato contro un autotreno carico di balle di fieno. A bordo dell’auto viaggiavano un bambino di 11 anni (R.T.), morto sul colpo, la sorella di 15 anni e la mamma che si trovano in condizioni gravissime. Anche lo zio, che si trovava al volante dell’Opel Frontera, il padre e un altro fratellino sono rimasti feriti e sono ricoverati al Murri di Fermo.

La famiglia, originaria del Cremonese, stava tornando da un week end in Puglia, dove si trovava per una cerimonia. Secondo le ricostruzioni della Polizia Autostradale di Porto San Giorgio, il suv, con i sei familiari a bordo, stava sorpassando un tir in galleria, quando lo scoppio di uno pneumatico ha fatto perdere allo zio il controllo della strada. L’auto, urtando contro il tir, si è rigirata tre volte su se stessa, percorrendo ben 50 metri.

All’arrivo dei soccorsi, il bimbo era già deceduto, essendo stato scaraventato fuori dall’abitacolo, mentre i cinque feriti sono stati trasportati d’urgenza negli ospedali più vicini. Attualmente, la mamma è in prognosi riservata, mentre la ragazzina di 15 anni è stata trasferita al Torrette di Ancona con trauma toracico e cranico grave.

La Procura di Fermo ha messo sotto sequestro i mezzi incidentati e aperto un fascicolo per omicidio colposo.

CLARISSA MARACCI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply