Terremoto in Emilia: nella notte altre 41 scosse, sale il numero delle vittime

MODENA, 30 MAGGIO ’12 – La terra non smette di tremare. Nella notte i sismografi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) hanno registrato altre 41 scosse, la più forte alle 8 con magnitudo 3.8 e la paura cresce. La forte ondata sismica che si è abbattuta sull’Emilia Romagna, colpita in appena 10 giorni da due violenti terremoti di magnitudo 5.9 e 5.8, fa crescere anche il numero delle vittime che sale purtroppo a 16. Sono invece 350 i feriti e 14.000 gli sfollati. Una donna di 65 anni è stata estratta ancora viva dalle macerie a Cavezzo (provincia di Modena), dove una persona risulta ancora dispersa. Il 4 giugno sarà proclamata una giornata di lutto nazionale in segno di rispetto per le vittime di questa rivolta della terra. Lo ha annunciato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Antonio Catricalà. Intanto, la protezione civile è impegnata a effettuare verifiche sismiche in seguito all’altra ondata di scosse registrate questa notte. Il capo della Protezione civile Franco Gabrielli si trova in Emilia a coordinare i soccorsi, che stanno arrivando un po’ da tutte le regioni d’Italia. Attivissimo anche il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, che sta inviando squadre e mezzi di rinforzo. In segno di lutto, è stata anche annullata la partita amichevole Italia-Lussemburgo, che si sarebbe dovuta giocare ieri sera a Parma. Lo aveva annunciato la Federcalcio d’intesa con il Comune e la Prefettura di Parma. In rete le notizie sul terremoto imperversano sui principali social network Facebook e Twitter, dove a gran voce il popolo del web chiede l’annullamento della parata del 2 giugno.

Numeri d’Emergenza.

Riportiamo qui di seguito i numeri d’emergenza per le zone colpite dal terremoto, numeri diffusi e condivisi anche in rete.

FERRARA: 05.32.77.15.46

MODENA: 05.92.00.200

MIRANDOLA: 05.35.611.039

SAN FELICE: 800.21.06.44

CENTO: 333.26.02.730

TALITA FREZZI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply