Socioricreatività, vola il “Sasso Ribelle”

NUOVO CIRCOLO A MONTEMARCIANO

x fed foto sasso ribelle- MONTEMARCIANO (AN) – di Lucia Principi -

Accogliente, familiare, immerso nel verde delle colline marchigiane: il neonato Circolo Sasso Ribelle sembra avere tutte le carte in regola per scrollare dall’eterno torpore la realtà socio – culturale di Montemarciano. È qui, infatti, a pochi km da Ancona e Senigallia, che appena due anni fa si sono trasferiti Tatiana e Fabio, una coppia torinese che ha scelto una cascina marchigiana come nuovo nido. Ma non una cascina qualunque, bensì una che potesse coniugare vita domestica, lavoro, divertimento. E quando si sono imbattuti nell’edificio di via Croce Buzzo 1 a Montemarciano hanno subito capito di avere davanti quello che stavano cercando. Il Sasso Ribelle nasce sulle ceneri di un precedente circolo, chiuso oramai diversi anni fa, al piano terra di una costruzione su due livelli che ospita al piano superiore l’abitazione di Tatiana e Fabio. I quali, poco dopo essersi stabiliti in zona, hanno pensato di fondare – insieme a due amici di Jesi e grazie al supporto a distanza dei parenti torinesi – un’associazione culturale. Da lì al circolo il passo è stato brevissimo. Tatiana ha lavorato nelle birrerie durante gli anni universitari e ha deciso di coniugare le capacità acquisite tra i tavoli di altri locali col desiderio di creare un luogo tutto suo che fosse un punto di riferimento per i giovani e per le famiglie, un ritrovo, un’area in cui giocare, fare due chiacchiere, trascorrere una serata senza pensieri. Un sogno che sembra essere diventato realtà. A maggio di quest’anno, l’inaugurazione del locale: un giardino spazioso che fa da corolla a uno spazio interno piccolo ma accogliente e in fase di ampliamento. “Volevamo un posto dove sentirci e far sentire gli altri a casa – spiega Tatiana – Eccolo! L’abbiamo creato!”. Musica dal vivo, djset, ma anche corsi di yoga, aperitivi, cene sociali e tanto altro in cantiere: “Daremo spazio ai ragazzi che vogliono suonare, lasciando degli strumenti a loro completa disposizione. E poi ci piacerebbe organizzare spettacoli teatrali e allestire mostre di fotografia, dipinti e sculture”. Il lavoro da fare è molto, ma altrettanto è l’entusiasmo della coppia, che non si è lasciata intimorire da chi pensava che un’attività simile non avrebbe avuto successo a Montemarciano. Invece il successo è arrivato e fin da subito il circolo è diventato un punto di ritrovo per la gente del posto, giovani e non. Anche gli animali e i bambini possono trovare un ambiente adatto a loro: i primi possono godere dell’ampio giardino, i secondi hanno a loro completa disposizione un biliardino, un tappeto elastico e la compagnia dei due figli undicenni di Tatiana, smaniosi di accogliere loro coetanei. Un circolo familiare, dunque, ma allo stesso tempo un po’ “ribelle”, nel senso di resistente e alternativo, al pari di quella scultura che Fabio ha visto anni fa alla reggia di Venaria, raffigurante un sasso sopra un albero, e che ha voluto, in qualche modo omaggiare. Il prossimo evento in calendario è sabato 24 settembre, per il concerto di “Madame Igiana e i Litri sì(s)fusi”. Per trascorrere una serata in compagnia il circolo è aperto anche durante la settimana, ad eccezione del lunedì, dalle 18 alle 2. Per accedere è necessario esibire la tessera Arci (costo 12 euro tesseramento 2016-2017).

Per informazioni e contatti: www.sassoribelle.it – su Facebook “Circolo Sasso Ribelle”.

(articolo tratto da Urlo – mensile di resistenza giovanile)

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply