Sgominata banda degli appartamenti di lusso: 14 arresti

ROMA, 23 MARZO ’12 – I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato a Roma 14 persone, tra cui 3 donne, ritenute membri della banda ‘Key Bumping’, nome che deriva da una particolare tecnica utilizzata per entrare negli appartamenti di lusso, bersaglio prediletto del gruppo. L’operazione denominata “San Giorgio” è avvenuta all’alba di questa mattina, a seguito di indagini accurate, e sta procedendo in queste ore con decine di perquisizioni nei vari immobili di cui dispongono gli indagati. I militari hanno quindi notificato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per l’associazione a delinquere finalizzata ai furti in appartamenti di lusso, emessa dal gip del Tribunale di Roma, Aldo Morgigni, che ha accolto la richiesta del pm Vincenzo Barba. La banda, come detto, sarebbe ben nota per via della particolare abilità nella tecnica del “key bumping”, ossia nell’aprire le porte con serratura europea senza lasciare alcun segno di effrazione. I Carabinieri di Roma, da tempo sulle loro tracce, sono riusciti quindi ad individuare tutti i componenti della banda ed a comprendere quale ruolo avesse ciascuno di loro nell’organizzazione criminale. Le tre donne arrestate, ad esempio, avevano il compito di custodire la refurtiva e di farla visionare ai possibili acquirenti.

ELEONORA DOTTORI

D: In cosa consiste il reato contestato?

R: L’associazione per Delinquere” (art.416 c.p.) punisce l’unione di più soggetti con compiti definiti, consorziati per commettere una serie indeterminata di reati, con attività organizzata per una durata indeterminata nel tempo. In questo caso l’associazione era finalizzata ai furti. Il furto in abitazione è considerato una forma più grave di furto poiché commesso nei confronti di un luogo tutelato costituzionalmente con la garanzia dell’inviolabilità del domicilio privato. La pena è della reclusione da 1 a 6 anni.

AVV.TOMMASO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply