Sessanta carcasse di cani ritrovate in un lago vicino Napoli

NAPOLI, 7 GENNAIO ’12 – Sono diverse le ipotesi che circolano dopo il ritrovamento di sessanta carcasse di cani ritrovate nel lago di Frezza a Marigliano, in provincia di Napoli. L’associazione italiana difesa animali ed ambiente, Aidaa, lunedì presenterà alla Procura della repubblica di Nola un esposto dopo la macabra scoperta fatta da alcuni cittadini che avevano segnalare il fatto a Striscia la Notizia. Secondo l’associazione ci potrebbe essere la camorra dietro a questa strage visto che per valutare il coraggio dei nuovi affiliati si chiedeva di sgozzare e uccidere i cani, i cui corpi sarebbero stati gettati in fondo al Frezza. Ma anche l’ipotesi di uno smaltimento illecito di cani che dovevano essere cremati. I soldi della cremazione venivano insaccati ma le carcasse finivano in fondo al lago. L’Aidaa non esclude nemmeno che si possa trattare di traffico internazionale di animali che venivano mandati all’estero e ai quali sarebbero stati impiantati i microchip di cani uccisi proprio allo scopo di rubare il circuito integrato. E proprio a quelli gettati nel Frezza potrebbero appartenere i microchip degli animali che vengono regolarmente fatti adottare in Germania. Dietro a questi spostamenti potrebbero nascondersi un traffico di animali di lusso o di cani destinati alla vivisezione.

ELEONORA DOTTORI

D: Cosa si chiede in un esposto?

R: L’esposto è una segnalazione alla Procura o agli organi di Polizia Giudiziaria di un fatto avvenuto affinché gli stessi intervengano o comunque compiano indagini al fine di accertare se il fatto costituisca reato o altro tipo di illecito. La denuncia da parte dei privati, invece, è l’atto con il quale ogni persona porta a conoscenza dell’autorità – pubblico ministero o ufficiale di polizia giudiziaria – un reato del quale ha notizia e qualora poi si tratti di un reato perseguibile d’ufficio scatterà l’obbligo dell’esercizio dell’azione penale.

D: Secondo l’associazione sarebbero tre le ipotesi da prendere in considerazione. Questo significa che la Procura aprirà tre fascicoli?

R: No, verrà aperto un unico fascicolo contro ignoti e si indagherà eventualmente per più di un reato nell’ambito dello stesso procedimento, almeno all’inizio, finché il Pubblico Ministero non si farà un’idea più precisa dei reati da contestare.

AVV.TOMMASO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply