Scandalo USA: gli NCIS identificano due dei Marines che avevano urinato sui cadaveri dei talebani.

KABUL, 13 GENNAIO ’12 – Il corpo dei Marines, l’elite dell’esercito americano, nelle ultime ore ha aperto un’ inchiesta su uno sconcertante video amatoriale, diffuso su YouTube, in cui si vedono quattro militari in Afghanistan urinare su tre cadaveri insanguinati, probabilmente guerriglieri talebani uccisi al termine di una operazione. Nel video si sente inoltre la voce di un militare mentre esclama: “Ti auguro una bella giornata, amico!”.

Il NCIS, il servizio investigativo della marina americana, che svolge le indagini, non ha tardato a portare a casa i primi risultati. Infatti due dei quattro marines immortalati nel video sono già stati identificati. Un portavoce dei Marines ha però fatto sapere che i loro nomi non sono stati ancora resi noti.

Il noto corpo militare nelle scorse ore aveva condannato il comportamento dei propri militari e aveva tenuto a precisare come tali comportamenti non rispecchiassero i valori dei Marines.

Reazioni e ripercussioni. John Kirby, portavoce del pentagono, ieri è intervenuto sulla vicenda tramite l’agenzia di stampa afghana Pajhwok e ha dichiarato che il ministero della Difesa: “é rimasto sconvolto dalle immagini”. “Di chiunque si tratti – ha aggiunto – e qualunque siano le circostanze, è un comportamento madornale ed inaccettabile da parte di un membro militare”.

Il caso ha inoltre provocato lo sdegno della rete e di numerosi esponenti del mondo mussulmano, oltre che la preoccupazione del mondo politico. Leon Panetta, segretario della Difesa americano, il segretario di Stato Usa Hillary Clinton e il presidente afghano Hamid Karzai stanno infatti con gli occhi puntati sulla vicenda, che rischia di mettere a repentaglio i rapporti diplomatici tra Usa e Afghanistan. Proprio ieri, infatti, i talebani si erano detti disponibili a intrattenere negoziati di pace con Washington per raggiungere una riconciliazione nazionale nel loro Paese.

FEDERICA FIORDELMONDO

D: Nel nostro ordinamento, oltraggiare un cadavere configura reato?

R: Il nostro codice penale punisce il vilipendio di cadavere, cioè la condotta di chi compie atti vilipendio sopra un cadavere o sulle sue ceneri. Il reato è punito con la reclusione da 1 a 3 anni mentre se il colpevole deturpa o muta il cadavere o commette su di questo atti di brutalità o di oscenità è punito con la reclusione da 3 a 6 anni. In questo caso siamo nella seconda ipotesi, ancora più grave. Giustamente.

AVV.TOMMASO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply