Presidio No Tav in val Clarea, iniziate le procedure per l’esproprio dei terreni

TORINO, 11 APRILE ’12 – Giornata di espropri oggi in val Clarea, a Chiaromonte nei pressi del cantiere della linea ad alta velocità Torino-Lione. I No Tav rispondono con presidi e manifestazioni. Questa notte una decina di manifestanti l’ha trascorsa all’agghiaccio, nei pressi del cantiere, dopo aver raggiunto le recinzioni sotto una copiosa nevicata e in attesa che questa mattina comincino gli espropri. All’alba attivisti hanno cominciato a radunarsi nel piazzale del campo sportivo di Giaglione per poi raggiungere il cantiere. Radio Blackout, vicina ai No Tav, descrive la protesta in diretta anche su Facebook: alle 8 circa di questa mattina “Notevoli contingenti di tutti i tipi delle forze dell’ordine si sta muovendo fin dalla notte. La strada è bloccata prima dell’autostrada. Si arriva fino alle vicinanze della centralina elettrica vicino all’autostrada. Dalla parte di Giaglione è partito l’altro spezzone di compagni che sta raggiungendo chi è in Clarea. Anche da Chiomonte si stanno radunando No Tav. Le temperature sono rigide, ma la valle non si arresta”. Poco dopo il corteo è arrivato “centinaia di persone intorno alle reti. Ancora centinaia di attivisti alla centrale a Chiomonte in attesa dei proprietari dei terreni. Nel frattempo blocchi stradali sulla ostiense e a Roma”. I proprietari dei terreni sono stati convocati in mattinata a Chiomonte e l movimento ha annunciato proprio per oggi una grande mobilitazione in tutto il Paese. Il Sole 24 Ore spiega che in realtà non si tratta di espropri ma di “occupazioni temporanee” da parte della società italo-francese che si occupa dei lavori. Questi terreni si trovano in Valle Clarea e lo scorso 27 febbraio sono stati recintati e presidiati dalle forze dell’ordine, proprio contro queste azioni aveva protestato quello stesso giorno Luca Abbà, l’attivista caduto dal traliccio dell’alta tensione. Anche lui è proprietario di uno degli appezzamenti.

ELEONORA DOTTORI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply