Pescara: esce per fare jogging e sparisce. Si cerca Roberto Straccia

MORESCO (PE), 17 DICEMBRE 2011 – Sembra svanito nel nulla Roberto Straccia, uno studente universitario di Moresco (provincia di Pescara) uscito dalla casa – che divide con altri studenti – mercoledì scorso, nel pomeriggio, per fare footing. Ma dopo quella corsa Roberto non è più rientrato. La famiglia di Roberto, studente di lingue dell’ateneo abruzzese, è nella disperazione, come pure gli amici che da giorni distribuiscono volantini e scrivono appelli su Facebook. Sono già scattate le ricerche da parte delle forze dell’ordine, che lo stanno cercando con l’ausilio dei cani. Ma del ragazzo non sembra esserci nessuna traccia. Un mistero. Gli investigatori hanno acquisito le immagini delle telecamere del lungomare di Pescara, dove Roberto si era diretto per fare jogging. Dalle immagini il giovane sarebbe stato individuato 5 chilometri più a nord rispetto a dove era partito, ma poi più nulla. Neppure il fiuto dei cani poliziotto delle unità cinofile è riuscito a scoprire la direzione in cui lo studente si sarebbe perso. Gli investigatori stanno controllando il cellulare del ragazzo, le ultime chiamate e l’aggancio delle celle. Roberto era solito lasciare il telefonino a casa mentre correva, così anche il giorno della scomparsa. Per il momento gli inquirenti non scartano nessuna ipotesi investigativa, anche se il carattere positivo e solare del ragazzo porterebbe a scartare in prima battuta l’allontanamento volontario con l’obiettivo del suicidio. Altrettanto improbabile apparirebbe la pista del sequestro di persona. Ma sono speranze, dei genitori, degli amici come di tutta la comunità di Moresco, unita nella solidarietà alla famiglia Straccia, preoccupata per le sorti di questo giovane sparito nel nulla.

ELEONORA DOTTORI

D: Esiste un limite di tempo per le indagini?

R: Il termine ordinario per le indagini preliminari è di sei mesi, salvo per determinati reati più gravi per i quali il termine è di un anno. In entrambe le circostanze, in presenza di particolari difficoltà d’indagine, il pubblico ministero può chiedere al gip la proroga per ulteriori sei mesi.

D: Verrà aperto un fascicolo solo quando si saprà dove si trova Roberto?

R: Non in tutti i casi viene aperta un’inchiesta da parte della Procura. Solamente quando il pubblico ministero ipotizza che dietro alla sparizione possa esserci un reato, altrimenti dopo 48 ore la polizia avvia le indagini per cercare la persona scomparsa.

AVV.TOMMASO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply