Pedopornografia on-line: arresti e perquisizioni in tutta Italia

CATANIA, 15 GIUGNO ’12 – Sono in corso da questa mattina numerosi arresti e perquisizioni da parte della polizia postale e delle comunicazioni di Catania nell’ambito di una vasta operazione contro la pedopornografia on-line. L’inchiesta, denominata “Strike”, è coordinata dalla procura distrettuale di Catania in collaborazione con la polizia tedesca. Un centinaio le persone indagate, numerosi gli arresti e le perquisizioni effettuati in tutta Italia. Il bilancio dell’operazione al momento è solo provvisorio, nelle prossime ore il procuratore Giovanni Salvi fornirà ai giornalisti altri particolari sull’operazione.
ELEONORA DOTTORI

D: Che reati si ravvisano?

R:Il reato di pornografia minorile punisce in maniera differente chi produce il materiale e chi lo distribuisce, divulga, cede (o mette online, attraverso ad esempio il meccanismo del file sharing). Nel primo caso la pena è della reclusione da 6 a 12 anni e una multa fino a 258 mila euro! Nel secondo caso si punisce chiunque, con qualsiasi mezzo, anche in via telematica, distribuisce, divulga, diffonde o pubblicizza materiale pedo-pornografico ovvero distribuisce o divulga notizie o informazioni finalizzate all’adescamento o allo sfruttamento sessuale di minori degli anni 18 e la pena prevista è quella della reclusione da 1 a 5 anni e la multa da 2.582 euro a 51.645 euro.Altro ancora è la mera detenzione.

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply