Parroco nega la comunione a bambino disabile ‘incapace di comprendere l’Eucarestia’

FERRARA, 12 APRILE ’12 – Il parroco di una chiesa di Porto Garibaldi a Ferrara, don Piergiorgio Zaghi, è al centro delle polemiche ed è finito su tutte le prime pagine dei quotidiani per aver negato la comunione a un bambino di 10 anni, disabile psichico. Alla richiesta da parte dei genitori in primis, sulle motivazioni alla base di tale negazione, il sacerdote si sarebbe difeso spiegando che il bambino “è incapace di intendere e di volere, pertanto non è in grado di comprendere il mistero dell’Eucarestia”. Una polemica, una tempesta mediatica con il parroco al centro. Una tempesta che arriva sia dal mondo laico, che condanna il comportamento del sacerdote, sia da quello credente. I suoi parrocchiani si sono divisi, fra chi si dice vicino alla scelta del parroco cercando di comprenderne le motivazioni, e chi invece è più perplesso, richiamando anche l’appello del Papa ad assicurare l’Eucarestia, per quanto possibile, anche ai disabili mentali. Il sacerdote ha ricevuto nei giorni scorsi anche una lettera accorata, scritta da un compagno di classe del bambino affetto dal ritardo mentale. Parole di un bambino di 10 anni in cui – come riportato da un quotidiano ferrarese che sta seguendo gli sviluppi della spinosa vicenda – si legge “se fosse con noi sarebbe una grande gioia per lui e per noi il vero valore della Comunione”.

TALITA FREZZI

D: In base al Diritto Canonico, il parroco ha commesso una qualche violazione?

R: Le norme di diritto canonico nulla dicono al riguardo. La Conferenza Episcopale Italiana ha dato delle indicazioni di principio, di favorire e garantire battesimo, eucarestia e gli altri sacramenti ai disabili mentali, purchè vi sia una anche minima “intuizione del sacramento”.

D: I genitori potrebbero denunciarlo?

R: Il sacerdote viene considerato incaricato di pubblico servizio e, quindi, equiparato come posizione soggettiva al pubblico ufficiale. Negare a chi ne ha diritto un atto proprio del suo ufficio può configurare il reato di omissione d’atti di ufficio.

AVV.TOMMASO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

One Response

  1. Vale E Sara
    Vale E Sara at |

    la chiesa fa SKIFO !!!

    Reply

Leave a Reply