Parma calcio: ex dirigente indagato per bancarotta

MILANO, 28 LUGLIO ’12 – Bancarotta e distrazione di denaro. Con queste accuse Luca Baraldi, ex dirigente del Parma calcio e di altre società sportive, viene ufficialmente iscritto nel registro degli indagati. A riferirlo è il procuratore Gerardo Laguardia nell’ambito dell’inchiesta relativa alla società sportiva di Calisto Tanzi, ex patron dell’azienda di Collecchio il cui crack ammonta a oltre 14 miliardi di euro. Ammonta invece a 4 milioni di euro la somma che Beraldi avrebbe fatto sparire dalle casse della Parma Calcio nel periodo in cui era amministratore delegato,  cioè gli ultimi anni della gestione Tanzi della società sportiva. Beraldi era finito nei guai con la giustizia anche in relazione alla bancarotta di Parmatour, la holding turistica del gruppo Parmalat, per cui era stato condannato a 3 anni prima di essere prosciolto ogni accusa. Oltre all’ex dirigente sarebbe indagato anche un commercialista esterno alla società di cui non è stata riferita l’identità.

ELEONORA DOTTORI

 

D: In cosa consiste il reato di bancarotta?

R: Esistono invece varie tipologie di bancarotta tra cui quella “semplice” ossia causata da una imprudenza, negligenza o imperizia e quella “fraudolenta” quando si realizza una vera e propria frode con lo scopo di recare pregiudizio ai creditori, in particolare quando prima o durante il fallimento gli amministratori e altri soggetti qualificati di una società abbiano occultato, distrutto, distratto (e quindi sottratto) o dissipato, in tutto o in parte, i loro beni ovvero, al fine di arrecare danno ai creditori, abbiano dichiarato o riconosciuto delle passività inesistenti; prima del fallimento abbiano sottratto, distrutto o falsificato in tutto o in parte, al fine di procurare a loro ad altri un ingiusto profitto o al fine di procurare danno ai creditori, i libri e le altre scritture contabili o li abbia tenuti in modo tale da rendere impossibile la ricostruzione del patrimonio o del reale movimento degli affari; prima o durante la procedura fallimentare, abbiano eseguito pagamenti o simulato titoli di prelazione, al fine di favorire alcuni creditori a danno di altri.

AVV.VALENTINA COPPARONI

 

 

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply