Nuova ricerca svela i danni cerebrali da cocaina.

La cocaina è una droga molto subdola .Inizialmente gli effetti della cocaina ti fanno sentire al centro del mondo : grande euforia , iperstimolazione , diminuzione del senso della fatica e dell’appetito , sensazione di acutezza mentale .Con il passare del tempo l’abitudine a tale sostanza rende la persona schiava e fortemente dipendente ; la sua mancanza rende depressi ed irascibili.

Contemporaneamente si manifestano anche altri sintomi come aumento della vasocostrizione , aumento della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa. La dipendenza da cocaina si paga in termini di salute , disperazione , legami spezzati , debiti finanziari .

Gli effetti della cocaina si possono suddividere in quattro livelli di diversa gravità in base al grado di dipendenza :

a) euforia , labilità affettiva , accresciuta performance cognitiva e motoria,ipervigilanza anoressia ed insonnia ;

b) inquietudine ,irrequietezza, tristezza , malinconia , apatia ,difficoltà di concentrazione;

c)paranoia , sospettosità ,allucinazioni e insonnia;

d)psicosi , perdita del controllo degli impulsi, disorientamento, incapacità a godere di qualsiasi cosa.

Nel nostro Paese la dipendenza da cocaina costituisce un importante problema socio-sanitario . Secondo indagine epidemiologiche relative all’anno 2010 risulta che circa il 4,8%della popolazione italiana di età compresa tra 15-64 anni ha assunto cocaina almeno una volta nella vita.

E’ di questi giorni la notizia apparsa sulla rivista scientifica Brain che apre speranze per i dipendenti da questa droga. Riguarda i dati di una ricerca tutta italiana condotta dall’Università Cattolica di Roma insieme all’Università dell’Insubria di Varese in cui i ricercatori hanno scoperto il meccanismo che sta alla base dei danni cerebrali indotti dalla cocaina. Responsabile è risultata, nei ratti, un’alterazione della funzione delle sinapsi, ponti di comunicazione tra le cellule nervose ( neuroni ) . Tale alterazione è dovuta alla diminuzione ,causata dalla cocaina, della D-serina sostanza indispensabile per una corretta comunicazione tra i neuroni. Sono stati studiati due gruppi di ratti : in uno è stata somministrata cocaina da sola , nell’altro cocaina + D-serina . Nel primo dopo qualche tempo sono comparsi i classici effetti da cocaina , nell’altro tale effetti non si sono visti .

Questa ricerca fa luce sui meccanismi con cui la cocaina altera le funzioni cerebrali ed apre anche la via per un possibile uso terapeutico per il trattamento della dipendenza da cocaina , anche se sono necessari ulteriori approfondimenti e soprattutto verificarne l’uso su l’uomo .

 DOTT. GIORGIO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply