L’ombra del sabotaggio dietro al guasto dell’ Eurostar Milano-Roma

BOLOGNA, 17 LUGLIO ’12 – Sabotaggio. Potrebbe essere stata questa la causa del guasto che ha costretto l’Eurostar Av 9501 Milano-Roma a fermarsi sui binari mentre stava giungendo alla stazione di Bologna per far salire i passeggeri. Al momento del danneggiamento infatti, il convoglio era vuoto. L’ipotesi del sabotaggio sarebbe dovuta alla presenza di alcuni ganci metallici ritrovati sui cavi dell’alta velocità i quali avrebbero mandato fuori uso il pantografo, cioè lo strumento utilizzato dai treni per prelevare l’energia elettrica. Su quanto accaduto stanno indagando la polizia ferroviaria e quella di Bologna che al momento starebbero valutando più piste per capire chi e perché abbia posizionato i ganci sul cavo. Va detto che questa “tecnica” era stata utilizzata dagli anarchici allo scopo di interrompere la circolazione ferroviaria. L’imprevisto ha causato ritardi di alcuni minuti su tutta la linea ma poi la circolazione è ritornata normale.

ELEONORA DOTTORI

D: Quali reati si ravvisano?

R: Il reato di attentato alla sicurezza dei trasporti, reato molto grave in quanto mette a rischio l’incolumità pubblica, cioè di una serie indeterminata di persone. Il colpevole è punito con la reclusione da 1 a 5 anni e, se dal fatto deriva un disastro, la pena è della reclusione dal 3 a dieci anni.

AVV.TOMMASO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply