La Rai e il giornalista Formigli condannati a pagare 5 milioni di risarcimento alla Fiat

MILANO, 22 FEBBRAIO ’12 – Annozero, il programma di Michele Santoro andato in onda per diverse stagioni su Rai 2, torna a far parlare di se per via di un servizio andato in onda il 2 dicembre 2010 a cura del giornalista Corrado Formigli, ora a La7. In esso veniva fatto un confronto tra automobili prodotte da diverse case automobilistiche, tra cui la Alfa MiTo, mostrate nel corso di prove effettuate in momenti diversi. Un servizio che, secondo il tribunale civile di Torino, è denigratorio e non veritiero e per il quale il giornalista e la Rai sono stati condannati a risarcire Fiat Group Automobiles per un importo pari a 5 milioni di euro per danni patrimoniale e non patrimoniali. Il tribunale ha stabilito, inoltre, che venga pubblicata sui tre maggiori quotidiani nazionali l’intera sentenza a spese dei due imputati. Soddisfatto il legale della Fiat Group nella causa civile contro Annozero secondo cui la sentenza avrebbe grande risalto visto che la Rai, in quanto persona giuridica, è stata condannata per danni morali, generati dall’atteggiamento volontario di un dipendente verso un’altra persona giuridica, nel caso specifico la Fiat. Il risarcimento danni è stato presentato dopo la messa in onda del servizio da parte di Michele Santoro, nei confronti del quale non sono state ravvisate responsabilità di alcun genere. Stando all’avvocato Michele Briamonte il servizio sarebbe “strumentale” perché avrebbe mostrato le auto impiegate in alcuni test e che solo dal punto di vista della velocità stavano a dimostrare una inferiorità tecnica dell’alfa MiTo. Le prove però sarebbero state effettuate in autunno e collegate ad un esame condotto dal mensile specializzato Quattroruote, risalente alla primavera e che riguardava altre autovetture.

ELEONORA DOTTORI

D: Cosa sono i danni morali?

R: In generale la categoria del danno morale rientra tra i pregiudizi c.d. non patrimoniali che una condotta illecita può causare. Normalmente tale categoria viene riferita alle persone fisiche, per questo nel caso specifico la sentenza è stata definita dai legali della Fiat di estrema importanza, di valore “storico” perché per la prima volta un ente persona giuridica (la Rai) è stata ritenuta responsabile di questo tipologia di danni provocati dalla condotta dolosa di un proprio dipendente, nei confronti di un’altra persona giuridica (Fiat).

AVV.VALENTINA COPPARONI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply