La madre di Assange in Ecuador: aiutate mio figlio, rischia la pena di morte

LONDRA, 30 LUGLIO ’12 – Non c’è solo l’ex giudice Baltasar Garzón a difendere Julian Assange, il fondatore di Wikileaks. La madre dell’australiano, infatti, si sarebbe recata a Quito, in Ecuador, per incontrare il governo e chiedere aiuto per il figlio che si trova nell’ambasciata londinese ecuadoregna a cui ha chiesto asilo politico. La madre di Assange, Christine, avrebbe spiegato di temere per la vita del figlio che rischierebbe la pena di morte qualora venisse estradato. La risposta da parte del ministro degli Esteri, Ricardo Patino, arriverà al termine delle Olimpiadi cioè il 12 agosto.

ELEONORA DOTTORI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply