La diocesi di Los Angeles condannata a risarcire 10 milioni di dollari a quattro vittime di preti pedofili

13 MARZO ’13, LOS ANGELES – Per evitare il processo, l’arcidiocesi cattolica di Los Angeles ha patteggiato il pagamento di quasi 10 milioni di dollari per chiudere quattro casi di abusi sessuali di un prete su minori. Si tratta dell’ex sacerdote Michael Baker, il quale nel 1986 confessò all’allora arcivescovo Mahony, oggi impegnato nel Conclave, di aver abusato di due fratellini per quasi sette anni.

In una lettera dell’anno successivo, dopo che Baker venne spedito in riabilitazione presso la Foundation House, un centro antipedofilia in New Mexico, monsignor Thomas Curry scrisse a Mahony che il prete era “ben consapevole che quel che ha fatto rientra nella giurisdizione penale dello stato della California”, aggiungendo poi che “è sorprendente che il terapista che lo ha avuto in cura in California non lo abbia denunciato. Sarebbe meglio se Mike non tornasse da lui”.

Dopo il periodo in New Mexico, il prete venne reintegrato nel suo ruolo sacerdotale: Mahony diede il nulla osta alla richiesta di Blake di dedicarsi a lavori ecclesiastici rivolti principalmente ad adulti. Purtroppo, Blake tornò a molestare: pare che in 26 anni di ministero l’ex sacerdote abbia molestato almeno 23 ragazzini. Nel 2007, confessò in Tribunale abusi su due minori ed era stato condannato a 10 anni. Nel 2011 è stato rilasciato sulla parola, e fino a quell’anno Mahony è rimasto arcivescovo di Los Angeles.

MOSE’ TINTI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply