Kim Jong-Un uomo dell’anno?No, tranquilli, è uno scherzo.

14 DICEMBRE ’12 – Il leader nordcoreano Kim Jong-Un, capo della Corea del Nord, succeduto al padre Kim Jong-Il alla fine del 2011, è oggetto di vari scherzi e burle: dopo essere stato nominato l’uomo più sexy del pianeta dalla rivista satirica “The Onion” (“La Cipolla”, il che è tutto dire), una manipolazione dei voti da parte di Anonymous (gruppo di attivisti che operano on-line, organizzando proteste e altre azioni) e 4Chan (sito internet, facente parte della categoria degli “imageboard”, lanciato nell’ottobre 2003, le cui bacheche vengono principalmente utilizzate per la pubblicazione ed il commento di immagini) ha fattto risultare l’odierno dittatore (anche se tale definizione contrasta un poco con l’espressione sorniona e quasi infantile del tondo facciotto) nordcoreano “uomo dell’anno” secondo la classifica del prestigiosissimo “Time”.
I frequentatori della imageboard hanno manipolato il voto online di Time spingendo Kim in testa alla classifica della persona dell’anno secondo i lettori del settimanale ed hanno anche fatto in modo che questo scherzo sia una denuncia nei confronti dello stato asiatico. Infatti, la manipolazione non ha riguardato solo il primo in classifica, ma anche gli altri classificati, in modo che le iniziali dei primi in graduatoria, l’una sotto l’altra, formassero questa scritta: KJUGASCHAMBERS, da leggersi come Kju Gas Chambers. Il riferimento è quasi sicuramente ai campi di concentramento nordcoreani al confine con Russia e Cina, dove sono detenuti, secondo il “Guardian”, migliaia di uomini, donne e bambini accusati di reati politici.
Per raggiungere il risultato, è stato inserito un programma per l’automatizzazione del voto on-line e Kim Jong-Un avrebbe ricevuto addirittura 5,6 milioni di voti. Ovviamente non è lui l’uomo dell’anno del Time, il cui nome è top secret e, forse ancora sconosciuto agli stessi giornalisti, verrà svelato solo il 19 dicembre sul sito del Time, su Twitter e sul Today Show.
Un diverso sondaggio del Time, oggi concluso, chiedeva ai lettori quale fosse stato l’evento o l’individuo che maggiormente nel 2012 avesse influenzato i notiziari: nell top ten sono finiti anche i leader birmani Aung San Suu Kyi e Thein Sein, il presidente egiziano Mohamed Morsi e il governatore del New Jersey Chris Christie.
E’ stato lo stesso Time a confermare il ruolo di 4Chan nella manipolazione del risultato: non è però la prima volta. Infatti, nel 2009 era stato il fondatore del gruppo, il newyorkese Christopher Poole, ad essere votato la più influente persona del mondo, grazie ad una valanga di voti. Tra le altre beffe del gruppo, questa certamente di meno gusto: aver fatto vincere ad una scuola di sordomuti di Boston il concorso per un concerto gratis di Taylor Swift, reginetta del pop d’oltreoceano.
MOSE’ TINTI

20121214-170632.jpg

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply