Intercity Bologna-Taranto bloccato dal ghiaccio per 7 ore: passeggeri al freddo, senza riscaldamento e acqua.

FORLI’, 2 FEBBRAIO 12 – La penisola è stretta nella morsa del gelo siberiano e si registrano già i primi, grotteschi, disagi. Ieri seicento passeggeri dell’Intercity 615 sono rimasti bloccati per sette ore sulla tratta Bologna-Taranto. Il convoglio sul quale viaggiavano si è arrestato nelle campagne di Villaselva (tra Forlì e Cesena) a causa del ghiaccio. Ed è “approdato” solo in tarda serata – alle 21.40 – alla stazione di Forlì, dove sono scattate le operazioni di assistenza e trasferimento dei viaggiatori su un altro treno, per la prosecuzione del viaggio verso Taranto.

Cavi ghiacciati. A bloccare l’Intercity sono stati i cavi ghiacciati dell’elettricità. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Protezione Civile e i Vigili del Fuoco. Dopo una lunga attesa, un locomotore è riuscito a raggiungere l’Itercity trainandolo in senso contrario alla marcia, in direzione di Forlì. L’impianto frenante del convoglio era completamente congelato e i tentativi di sbloccarlo si sono ripetuti uno dietro l’altro per ore.

Disperazione su Twitter. Sui social network ha imperversato il disagio dei passeggeri. Centinaia di utenti hanno postato messaggi sconcertati e affranti sui loro profili Twitter. Ne è nato addirittura l’hashtag #trenoforlicesena. Un utente, MuseCOM, ha scritto: “No qui è il delirio c’è gente seduta per terra. Il treno ha raccolto i pendolari e c’è 4 volte il n. delle persone, aiuto”. E poi ha aggiunto: “Bloccati da 3 ore al freddo e senz’acqua sul treno IC 615 Bologna-Taranto. Complimenti Trenitalia, Help”.

Bloodyrick, un altro utente di Twitter, ha commentato: “hanno chiamato una locomotiva che sta venendo da Bologna boooh”. Qualcuno poi descrive ironico l’arrivo dei vigili del fuoco: “Sono arrivati i pompieri ed un omino con la pala”. Infine MuseCOM sbotta: “ci hanno abbandonati senza acqua e ci hanno fatto pagare 4 euro un panino”.

Episodio gravissimo. Puntuale la reazione del Codacons: “I passeggeri del treno intercity bloccato da ore alle porte di Forlì devono essere risarciti non solo per i danni materiali legati al ritardo del convoglio, ma anche per gli enormi danni esistenziali che stanno subendo oramai da ore”. “Si tratta di un episodio gravissimo – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Trenitalia deve disporre indennizzi automatici in favore dei 600 passeggeri dell’Intercity, abbandonati al buio e al gelo, indennizzi proporzionati ai disagi subiti”.

FEDERICA FIORDELMONDO

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply