Informazioni a pagamento: arrestati 5 giornalisti del ‘Sun’ e 3 pubblici ufficiali


Warning: printf() [function.printf]: Too few arguments in /web/htdocs/www.fattodiritto.it/home/wp-content/themes/fearless/content.php on line 37

LONDRA, 12 FEBBRAIO ’12 – Cinque giornalisti, tra le migliori firme del tabloid inglese “Sun”, sono stati arrestati ieri mattina presto per un’inchiesta della polizia britannica sullo scandalo delle informazioni pagate alla polizia. Esclusive, scoop, notizie da prima pagina che per il tabloid avrebbero significato una maggiore tiratura e un enorme prestigio in tutta la nazione. Ma che – secondo l’accusa – sarebbero stati ottenuti corrompendo dei pubblici ufficiali, ricompensati per le ottime “soffiate” con pesanti bustarelle. Oltre ai cinque giornalisti del “Sun” arrestati con l’accusa di corruzione di pubblici ufficiali per aver effettuato pagamenti illeciti per ottenere informazioni, sono finiti in manette anche quelli che le informazioni le avrebbero vendute: un poliziotto del Surrey, un militare ed un dipendente del Ministero della Difesa. I pubblici ufficiali a loro volta, sono accusati di corruzione, per aver accettato pagamenti illeciti dando delle informazioni riservate. Immediata arriva la reazione dell’editore del tabloid News Corp, che ha diffuso una nota nella quale ricorda di aver collaborato all’inchiesta della polizia britannica che ha portato agli arresti e “rimaniamo impegnati ad assicurare che pratiche non accettabili volte ad ottenere notizie portate avanti da singoli individui in passato non si ripetano”.

TALITA FREZZI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply