Incubo serial killer in Francia. 4 cadaveri in sei mesi nel sud di Parigi

PARIGI, 9 APRILE ’12 – Un killer sta spaventando i cittadini di Parigi. Quattro assassini in 6 mesi, le vittime sono state tutte uccise nelle loro proprietà o nelle immediate vicinanze. Il killer ha incominciato ad uccidere il 27 novembre scorso. Una donna di 35 anni viene trovata morta in un garage a Juvisy-sur-Orge, nella periferia a sud di Parigi. L’ex fidanzato si è presentato spontaneamente alla polizia e viene arrestato ma poi ritratta la sua confessione e mentre si trova dietro le sbarre un nuovo omicidio viene commesso. Siamo al 22 di febbraio, e un vicino di casa della prima vittima, un uomo di 52 anni, viene ucciso con un colpo di pistola alla testa, nel medesimo luogo. Si scoprirà poi che anche l’arma è la stessa. Secondo alcuni organi di informazione era stato proprio il 52enne ad aver rinvenuto il cadavere della 35enne. Il 17 marzo ancora sangue sulle strade della capitale, precisamente a Ris-Orangis dove una signora di 80 anni portinaia in una palazzina viene uccisa e qualche giorno dopo, a metà strada tra le località dei precedenti omicidi, a Grigny, una donna di 47 anni di origine algerina viene uccisa. Nessun collegamento apparente tra le vittime, solo due di loro erano coinquilini. A parte la località e l’arma utilizzata, un calibro 7.65 millimetri, non ci sarebbe nessun elemento in comune tra gli omicidi. Stando alle dichiarazione di alcuni testimoni negli ultimi due casi l’assassino si sarebbe allontanato in sella ad una Suzuki bianca e blu. Parigi trema. Si pensa all’azione solitaria di un serial killer anche se il procuratore che segue le indagini ci tiene a precisare che il modus operandi del primo omicidio non ha niente a che vedere con gli altri. La prima vittima infatti sarebbe stata uccisa con più colpi di arma da fuoco mentre gli altri con un solo proiettile in testa. È esclusa la pista religiosa.

ELEONORA DOTTORI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply