‘In Parlamento non vado ma con lo stipendio mi pago il mutuo’:parola dell’onorevole Massimo Calearo

ROMA, 31 MARZO ’12 – Show dell’onorevole Massimo Calearo intervistato dalla trasmissione La Zanzara su Radio 24. A tratti irriverente e fastidioso il deputato di Popolo e Territorio, ex Pd e Api ha affrontato diversi argomenti dal lavoro in Parlamento, al mutuo, alla sua Porsche con targa slovacca per scaricare tutte le spese. “Dall’inizio dell’anno alla Camera sono andato solo tre volte, anche per motivi familiari. Rimango a casa a fare l’imprenditore, invece che andare a premere un pulsante. Non serve a niente. Anzi, credo che da questo momento fino alla fine della legislatura non ci andrò più”. L’onorevole ha poi spiegato che fino al cambio di governo quasi si divertiva a fare il consulente di Berlusconi sul commercio estero, ora invece “non servo più. È usurante andare alla Camera solo a premere un pulsante”. Usurante quasi come dimettersi e infatti Calearo non ci pensa per niente a rinunciare allo stipendio per evitare un lavoro logorante anche perché “al posto mio entrerebbe uno del Pd molto di sinistra”, e poi “con lo stipendio da parlamentare pago il mutuo della casa che ho comprato, 12mila euro al mese di mutuo. È una casa molto grande”. A La Zanzara il deputato usurato ha parlato anche della sua auto, una Porsche immatricolata in Slovacchia in modo da scaricare tutte le spese. Calearo ha preso posizione anche sui gay “Due gay che si baciano? Mi fa schifo, lo facciano a casa loro. Mi giro dall’altra parte. Io sono normale e mi piacciono le donne”, e ancora “I gay hanno altri gusti. Io io ho i miei, normali, e mi tengo i miei. La normalità è soggettiva, ma per me non sono normali”. Come da copione è arrivata anche la smentita da parte del deputato, anche se i contenuti dell’intervista sono ascoltabili sul sito della trasmissione, spiegando di essersi calato nello spirito del programma e che il Parlamento “è composto da persone degnissime e all’altezza di svolgere bene il proprio ruolo”. Nessun cenno invece sulla possibilità di abbandonare il lavoro usurante.

ELEONORA DOTTORI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply