Il Connecticut abolisce la pena di morte. Diventano 17 gli Stati Usa che dicono no alla pena capitale.

HARTFORD, 27 APRILE ’12 – Scriveva Cesare Beccaria nel suo trattato più importante Dei delitti e delle pene (1794): Parmi un assurdo che le leggi, che sono l’espressione della pubblica volontà, che detestano e puniscono l’omicidio, ne commettano uno esse medesime, e, per allontanare i cittadini dall’assassinio, ordinino un pubblico assassinio”. Un messaggio importante, che si impone ai giorni nostri con tutta la sua forza, visto che – come sostiene Amnesty International – nel mondo sono 57 gli Stati che applicano ancora la pena di morte. Tuttavia, una svolta positiva arriva dagli Usa – l’unico Stato democratico che, insieme al Giappone, non ha ancora superato definitivamente lo “scoglio” della pena capitale: lo Stato del Connecticut ha infatti deciso di abolire la pena di morte. Dopo i sì di Senato e Camera delle settimane passate, nelle ultime ore è arrivata la firma del governatore Daniel Malloy che da il via libera alla nuova legge. Il Connecticut è ufficialmente il 17esimo stato americano ad abolire la pena di morte, sostituita con il carcere a vita (senza possibilità di ottenere la liberazione condizionale). La norma non ha però efficacia retroattiva e non sarà applicata agli 11 detenuti che si trovano attualmente nel braccio della morte. Il governatore Molley ha dichiarato che: “Negli ultimi 52 anni, solo due persone sono state uccise in Connecticut, la gente dello Stato ha invece pagato per gli appelli e ha visto i difensori andare di fronte alle telecamere e ottenere un’attenzione pubblica che non meritano”. Una motivazione di per sé utilitaristica che, tuttavia, non elimina la rilevanza della conquista fatta. Nel 2009 una legge simile a quella approvata in questi giorni aveva ottenuto il favore delle due camere, ma era stata bloccata dall’allora governatore repubblicano Jodi Rell, che sostenne la necessità della pena di morte citando il caso di una brutale rapina nel 2007. Nel 1976, invece, la Corte Suprema mise fine alla breve stagione della moratoria delle esecuzioni, durata quattro anni. Negli ultimi cinque anni sono stati 5 gli Stati degli Usa che hanno abolito la pena di morte: New York, New Jersey, New Mexico, Illinois e da ultimo il Connecticut.

FEDERICA FIORDELMONDO

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply