Identificato a Budapest Laszlo Csatary, latitante comandante nazista di 97 anni

BUDAPEST, 17 LUGLIO 2012 – Secondo le foto pubblicate dal quotidiano inglese The Sun , Laszlo Csatary (97), uno dei criminali nazisti più ricercati, si troverebbe a Budapest. L’indizio circa la sua ubicazione è stato dato dal Centro Simon Wiesenthal ( nome del centro ebraico) ad un reporter di The Sun già lo scorso Settembre 2011. Le foto che lo immortalavano a Budapest sono poi apparse sul quotidiano in questi giorni. Nel 1948 Laszlo Csatary fu condannato a morte in Cecoslovacchia per crimini di guerra, ma nel ’49 si trasferì in Canada dicendo di essere jugoslavo e divenne un commerciante d’arte a Montreal. Ottenne la cittadinanza canadese nel 1955. Nel ’97 però fu revocata poiché si scoprì che aveva mentito circa la sua cittadinanza di origine. Non ha mai scontato la pena per i gravi crimini di guerra ascrittigli.

I crimini di guerra di Laszlo Csatary – Le notizie che circolano su di lui sono quanto mai incerte e approssimative, tuttavia, secondo il Centro Simon Wiesenthal, quest’uomo, nato nel 1914-5 è ritenuto uno dei criminali nazisti più ricercati al mondo. Nel 1941 era comandante della Royal Hungarian Police della città slovacca di Kosice, al tempo ungherese con il nome di Kassa. Ebbe un ruolo chiave nella deportazione di 15.700 ebrei al campo di concentramento di Auschwitz nel 1944. E’ altresì accusato di aver esercitato disumanamente la sua autorità prima nel ghetto ebraico, poi nel lager. Secondo la testimonianza di un sopravvissuto che lo conobbe direttamente, Yishayahu Schachar, il comandante Csatary era un uomo diabolico “Lavoravo fuori dal ghetto nella fabbrica dei bricchi, facevo le pulizie. Ricordo Csatary che gridava ordini agli ebrei. Non lavoravo sotto di lui, ma ho sentito le terribili cose che ha fatto. Ricordo le donne che scavavano un fossato con le loro mani, secondo i suoi ordini.”

La reazione della comunità ebraicaEfraim Zuroff, direttore del Simon Wiesenthal Center, ha dichiarato dopo il ritrovamento “Ora che il The Sun ha trovato questo criminale di guerra, egli deve essere processato in Ungheria. Csatary era un comandante della polizia nel ghetto di Kassa e fu responsabile di deportare 15,700 persone ai campi di concentramento. Era noto come un sadico, era mosso dall’intento di deportare tutti gli ebrei in Polonia. Avere giustizia contro quest’uomo significherà portarla alle famiglie delle vittime, alla comunità ebraica dell’Ungheria e della Slovacchia.” Anche Peter Feldmajer, Presidente della Comunità Ebraica Ungherese, si è espresso dopo il ritrovamento di Csatary: “Diverse migliaia di famiglie hanno sofferto a causa di quest’uomo e sarebbe una disgrazia per l’intera nazione Ungherese, se Csatary riuscisse a scappare dalla giustizia.”

CLARISSA MARACCI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply