Gambizzato Roberto Adinolfi:attentato rivendicato da Fai-Cellula Olga

GENOVA, 11 MAGGIO ’12 – Una notizia dell’ultima ora sull’attentato all’amministratore delegato della Ansaldo, Roberto Adinolfi, gambizzato davanti alla sua abitazione in quartiere Marassi lo scorso 7 maggio mentre stava uscendo per andare al lavoro. Questa mattina l’attentato è stato rivendicato con un comunicato a firma Fai-Cellula Olga. La sigla – stando alle poche informazioni per il momento diffuse – potrebbe riferirsi a Olga Ekonomidou, membro del movimento di “Cospirazione delle cellule di fuoco/Fai-Irf” arrestata il 4 gennaio scorso. La rivendicazione dell’agguato ad Adinolfi tramite comunicato è stata fatta pervenire questa mattina alla redazione milanese del Corriere della Sera. Lo hanno reso noto i carabinieri, che stanno indagando sul caso. Adinolfi era stato atteso da un uomo in motocicletta (modello Yamaha), con il casco che gli copriva il volto, che ha esploso un colpo di pistola ferendolo al ginocchio destro. Un atto intimidatorio su cui la Procura di Genova sta lavorando.

TALITA FREZZI

D: Con in mano una nota che rivendica l’attentato, la magistratura come procederà?

R: Cercherà di verificare la veridicità della rivendicazione, l’effettiva esistenza della cellula che ha rivendicato il fatto, e capire in pratica quali siano i soggetti mandanti e quali i soggetti esecutori.

AVV.TOMMASO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply