Donne:cuori di seta e mani concrete

Oggi è l’8 marzo. Tra feste più o meno dignitose, tra frasi più o meno di circostanza, il mio personale augurio e pensiero va a tutte quelle donne che- con il loro coraggio, la loro forza quotidiana, il loro esempio nelle piccole e grandi cose, quel loro modo delicato e intenso di vivere le cose- tracciano ogni giorno una strada. Un pensiero anche a tutti quegli uomini che hanno la fortuna di incrociare le loro vite con quelle di donne così, che hanno l’umiltà di coglierne la grandezza, che hanno l’umanità di capirne l’unico bisogna e la sola, sorda, richiesta: RISPETTO.

T.R.

 

 

Donne: cuori di seta e mani concrete.

Occhi come il mare,

insegnami ad amare.

Forza ed equilibrio,

insegnami a lottare.

Ali per volare,

è bastato un attimo per capire.

Tempesta di stelle e alba di sogni.

Fragilità da amare,

forza per sostenere.

Un raggio di luce dal cielo

illumina il tuo viso.

Un attimo capace di una vita.

Ventre da cullare, cuore da rispettare.

Tu, aria e vertigine.

Strada e meta.

Sogni e realtà.

Futuro e passato.

Tu, solo tu, che mi hai amato.

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply