Distributore eroga benzina gratis per errore. Sessanta denunciati per furto

BERGAMO, 13 AGOSTO ’12 – La scorsa notte il titolare di un distributore Total a Treviolo, provincia di Bergamo, dimentica di attivare il self-service notturno e lungo la ex statale Dalmine-Villa d’Almè è il caos. La pompa distribuisce benzina e diesel gratis, agli automobilisti sembra un sogno e c’è chi ne approfitta chiamando amici e parenti a raccolta. Oltre sessanta le auto che in poche ore hanno approfittato di quello che sembrava un miraggio. Pare ci sia stato perfino chi è tornato al distributore per riempire le taniche. In poche ore sono stati circa 10mila gli euro di carburante prelevato. Gli automobilisti che pensavano di averla fatta franca con un bel pieno di benzina a costo zero, però, sono stati ripresi dalle telecamere del distributore e rischiano una denuncia per furto.

ELEONORA DOTTORI

 

D: Quanto rischiano gli automobilisti?

R: Il reato di furto punisce con la reclusione da 6 mesi a 3 anni chi si impossessa della cosa mobile altrui sottraendola a chi la detiene al fine di trarne profitto. In questo caso il furto potrebbe essere aggravato dal fatto che il bene appreso si trovava esposto per destinazione alla pubblica fede: la reclusione sarebbe da 1 a 6 anni.

Resta da capire, però, se possa intendersi come furto l’apprensione di carburante la cui erogazione avveniva liberamente, senza che gli stessi utlizzatori abbiano fatto alcuna manomissione. Sarebbe come accusare di furto che si appropria dei gettoni che escono da una delle vecchie cabine telefoniche.

AVV.TOMMASO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply