Detenuto si impicca a Teramo. Un altro salvato in extremis

TERAMO, 3 FEBBRAIO ’12 – Si aggiornano in negativo ovviamente i dati sui suicidi nelle carceri italiane. Ieri pomeriggio un detenuto di origini siciliane del carcere di Teramo si è tolto la vita impiccandosi. L’uomo che stava scontando una pena definitiva per reati sessuali ed era rinchiuso nella sezione protetti ha tagliato alcune strisce del lenzuolo del letto e le ha legate alle sbarre della finestra per poi lasciarsi cadere da una sedia. La notizia sarebbe stata fornita da fonti interne al penitenziario di Castrogno che svelano la presenza di un compagno di cella del suicida che però non si sarebbe accorto del gesto dell’altro detenuto. Quando è scattato l’allarme nel carcere teramano ormai per l’uomo non c’era più nulla da fare. Sempre la scorsa notte inoltre, l’intervento degli agenti ha sventato il tentativo di suicidio di un altro detenuto, M.P. Teramano di 20 anni, che era rinchiuso nella sezione tossicodipendenti. Anche lui la scorsa notte avrebbe cercato di impiccarsi, ma il tentativo è stato sventato dagli agenti che lo hanno soccorso. Il giovane adesso non è in pericolo di vita.

ELEONORA DOTTORI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply