Derubata la proprietaria della storica gioielleria Buccellati: dieci milioni di euro di preziosi

MILANO, 15 MAGGIO ’12 Stava rientrando da un esposizione di gioielli in via Turati quando Rosa Maria Buccellati, titolare della storica gioielleria di via Montenapoleone, è stata derubata del trolley contenente i preziosi mostrati alla fiera. Il fatto è accaduto domenica sera, la 51enne stava rientrando a casa a bordo della sua Bmw quando è stata tamponata da un’altra auto, guidata, sembra, da una donna sudamericana. Era il principio di un piano ben architettato: secondo gli investigatori l’auto della Buccellati era stata seguita da due macchine sin dalla fiera; una l’avrebbe tamponata mentre attendeva l’apertura del cancello sotto casa della donna, l’altra invece con il motore acceso avrebbe atteso il complice che arrivava con il trolley. Dopo il tamponamento la sconosciuta sarebbe immediatamente scesa dalla macchina per chiedere scusa alla Buccellati, in realtà era un tentativo di distrarla mentre usciva una seconda persona per prelevare i gioielli senza farsi notare. La donna ha tentato di inseguire il ladro che però è riuscito a scappare intrufolandosi nell’auto che lo stava aspettando. Tornata sul luogo del sinistro anche l’altro mezzo si era dileguato. La Buccellati Holding Italia Spa ha confermato l’accaduto precisando però che il valore dei gioielli sottratti sarebbe inferiore a quanto riportato dalla stampa. Le pratiche assicurative sono già state avviate.

ELEONORA DOTTORI

D: Quali reati si ravvisano?

R: Il reato di furto (e non rapina perchè non c’è stata violenza o minaccia sul derubato), aggravato dall’aver commesso il fatto con destrezza, valendosi di un mezzo fraudolento, e dall’aver cagionato un danno patrimoniale di rilevante entità. La pena del furto pluriaggravato è della reclusione da 3 a dieci anni, oltre ad una multa.

AVV.TOMMASO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply