Concorso esterno in associazione mafiosa, assolto Cuffaro

PALERMO, 21 GIUGNO ’12 – E’ arrivata l’assoluzione per l’ex governatore siciliano Salvatore Cuffaro accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. Per la Corte d’appello di Palermo Cuffaro è già stato processato per gli stessi fatti. L’ex governatore, che sta scontando una pena definitiva a 7 anni per favoreggiamento alla mafia, non ha partecipato neppure ad un’udienza. L’assoluzione, arrivata dopo tre ore di Camera di consiglio, ha quindi confermato la sentenza di primo grado. Secondo il procuratore generale, Luigi Patronaggio, rispetto al processo “Talpe”, quando Cuffato era stato condannato a sette anni di carcere con l’aggravante di avere agevolato Cosa Nostra, sono subentrati nuovi elementi come le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Stefano Lo Verso sul sostegno elettorale che la mafia avrebbe garantito all’ex governatore. Tesi che però non ha convinto i giudici della Corte d’appello che hanno prosciolto Cuffato dall’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa rigettando la richiesta di condanna a 13 anni formulata dal procuratore Patronaggio, il quale ha annunciato si attendere le motivazioni delle sentenza e valutare il ricorso in Cassazione.

ELEONORA DOTTORI

D: Cuffaro è stato assolto per il principio “ne bis in idem”. Che cosa significa?

R: Significa che una persona non può essere condannata per i medesimi fatti per i quali è stata già giudicata (assolta o condannata). Evidentemente in questo caso, nel corso del processo, i giudici si sono resi conto che le condotte che venivano contestato a Cuffaro erano state già prese in considerazione nel precedente processo culminato nella sentenza di condanna in corso di esecuzione.

AVV.TOMMASO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

3 Responses

  1. Ferraioli Arnaldo
    Ferraioli Arnaldo at |

    minchia, ma come ragionano sti avvocati, non si capisce mai un cazzo, ma starà in galera o uscirà ?questo è il dilemma…..speriamo bene e che ci sia una vera giustizia, altrimenti eliminiamo la giustizia, così sarà uguale per tutti.

    Reply
  2. Ferraioli Arnaldo
    Ferraioli Arnaldo at |

    minchia, ma come ragionano sti avvocati, non si capisce mai un cazzo, ma starà in galera o uscirà ?questo è il dilemma…..speriamo bene e che ci sia una vera giustizia, altrimenti eliminiamo la giustizia, così sarà uguale per tutti.

    Reply
    1. Flash
      Flash at |

      In questo processo è stato assolto, perchè si è valutato che i fatti fossero gli stessi per cui già era stato condannato a 7 anni: quest’ultima pena è in esecuzione.

      Reply

Leave a Reply