Cocaina e Viagra: la botta di vita che uccide. Noto imprenditore stroncato da malore

MILANO, 23 APRILE ’12 – Biancheria intima, pillole blu, cocaina e il letto di un lussuoso albergo di Milano. È una scena del crimine degna della migliore puntata di Csi quella su cui sta indagando la polizia dopo la morte, sembra per cause naturali, di un imprenditore veneziano di 80 anni che paresi sia voluto regalarsi una botta di vita con tre ragazze, senza badare al portafogli. E.C., queste le iniziali del noto imprenditore proprietario di società e alberghi, non ha retto al mix letale di Viagra e cocaina e dopo essere andato in coma è morto in ospedale. L’uomo era in compagnia di tre donne, anche se alcuni testimoni parlano di una sola ragazza, con le quali stava intrattenendosi in una camera d’albergo a Milano, una struttura lussuosa nella quale hanno alloggiato personaggi del calibro di Charlie Chaplin e Madonna. Viagra e cocaina, un mix letale considerata anche l’età della vittima. È quanto riportato nel referto medico dopo l’analisi del cadavere, una conclusione che esclude l’ipotesi di omicidio. In ogni caso le indagini continuano, nonostante la scarsa collaborazione di quanti nell’albergo preferiscono non commentare l’accaduto. Sembra che quando l’uomo ha avvertito il malore una delle ragazze ha allertato la reception per chiedere aiuto. Non è chiaro invece se il veneziano era consapevole del rischio e volesse farla finita nel migliore dei modi, se si è trattato di una singola occasione o se il festino era una prassi abituale.

ELEONORA DOTTORI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply