Ciao Lucio, vivrai per sempre nelle tue canzoni

BOLOGNA, 4 MARZO ’12 – Probabilmente era destino che i suoi funerali si sarebbero svolti proprio in questo giorno, che oltre alla data del suo compleanno, è anche il titolo di una delle sue più belle canzoni: ‘ era un bell’uomo e veniva, veniva dal mare…’, la canzone è quella lì e con tante altre del cantautore è stata trasmessa durante la giornata di ieri, in Piazza Maggiore ( la Piazza Grande di Lucio Dalla), diffondendo le sue note in via D’Azeglio e nelle vie limitrofe. Un omaggio che l’Amministrazione comunale di Bologna ha voluto rivolgere ad uno dei suoi cittadini più amati e conosciuti. Una via sarà dedicata al cantautore.
I funerali si svolgeranno oggi, nella basilica di San Petronio a Bologna dove è stato dichiarato il lutto cittadino, le bandiere saranno a mezz’asta e le campane risuoneranno alla partenza del feretro e del corteo funebre. La salma del cantautore, stroncato da un infarto giovedì scorso a Losanna, dove Dalla la sera prima aveva tenuto il suo ultimo concerto, è giunta ieri dalla Svizzera sfilando accompagnata da scroscianti applausi per le vie della città in direzione via D’Azeglio, dove Dalla abitava.

A vegliarlo, la notte precedente, nella camera ardente allestita nella cappella di Saint Roch, c’erano i suoi amici più cari e le persone a lui più vicine, fra cui anche il collega e amico di sempre Ron, che ha trascorso tutta la notte accanto a lui.

Ad attendere l’arrivo nella ‘ sua’ Bologna, migliaia di persone, molte piangevano, altre intonavano le sue canzoni. C’erano tanti visi noti lungo la processione infinita che è sfilata d’avanti a Palazzo D’Accursio dove è stata allestita la camera ardente per rendere omaggio al cantante, all’ingresso c’era una sua gigantografia con scritto ‘ciao Lucio’. In molti si sono recati presso la sua abitazione.

Sono previste 100.000 persone per l’estremo saluto nella basilica di San Petronio e non ci saranno telecamere a riprendere anche per non spettacolizzare l’estremo saluto a questo poeta della musica.

Mancherà a tutti, anche se continuerà a vivere nelle sue canzoni a cui ognuno di noi ha legato almeno ha un ricordo : parte della vita di ognuno, come ha detto Vespa nello speciale a lui dedicato.

Lui, da credente quale era, ma anche da tifoso del Bologna e della Virtus, parlando in vita del suo funerale, lo aveva definito ‘ l’inizio del secondo tempo’.

4 marzo 2012, ciao Lucio.

ANDREA DATTILO

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply