Calearo annuncia le dimissioni, ‘Basta con gli insulti’

ROMA, 2 APRILE ’12 – Massimo Calearo, deputato di Popolo e Territorio, ex Pd e Api, aveva rilasciato qualche giorno fa dalla trasmissione “La Zanzara” su Radio 24 un’intervista che aveva scatenato una marea di polemiche proprio per i toni irriverenti e fastidiosi utilizzati dall’onorevole (si legga: http://www.fattodiritto.it/in-parlamento-non-vado-ma-con-lo-stipendio-mi-pago-il-mutuoparola-dellonorevole-massimo-calearo/). L’imprenditore veneto, ora nelle fila dei Responsabili di Scilipoti, ha spiegato a Il Fatto le ragioni della sua assenza a Montecitorio: “Le mie assenze alla Camera sono cominciate alla vigilia di Natale. In quei giorni mia moglie si è ammalata seriamente. Ho scelto di rimanerle vicino. È morta il 19 marzo scorso. Nel frattempo ho ripreso a lavorare nella mia azienda. Quando sono ritornato in Aula sono stato male, ho provato un grandissimo disagio e ho cominciato a schifare una classe politica che è sempre la stessa”. Calearo annuncia quindi le dimissioni con una stoccata al Partito Democratico, partito con il quale si era candidato nel 2008 su proposta di Walter Veltroni: “Basta, mi dimetto così la finiamo con le polemiche. Aspetto solo che quegli sciocchini del Pd la smettano di spararmi addosso, poi scrivo la lettera per Fini. Li avevo avvisati che non ero mai stato di sinistra, sono un moderato, al massimo posso essere un laburista”.

ELEONORA DOTTORI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply