Sparatoria davanti a Palazzo Chigi, feriti due carabinieri ed una passante

ROMA, 28 APRILE 2013- Si chiama Luigi Preiti, 46 anni, di origini calabresi, più precisamente di Rosarno, ma da più di vent’anni trasferito ad Alessandria, l’uomo che questa mattina alle 11.40 ha aperto improvvisamente il fuoco davanti a Palazzo Chigi ferendo due carabinieri di guardia all’ingresso e una passante. Lui stesso è rimasto ferito durante la colluttazione con le forze dell’ordine intervenute che sono riuscite a bloccarlo. Già richiesta la convalida dell’arresto da parte della Procura di Roma con l’accusa di tentato omicidio. Attimi di panico dunque perchè la sparatoria è avvenuta proprio mentre il nuovo governo Letta stava giurando nelle mani del Presidente della Repubblica Napolitano ed i ministri erano attesi a Palazzo Chigi per il simbolico passaggio di consegne tra vecchio e nuovo esecutivo. I due carabinieri feriti sono un brigadiere, ferito al collo ed un appuntato ferito invece ad una gamba, entrambi sembrano fortunatamente fuori pericolo. Ferita anche una donna incinta che insieme al marito e ad un altro figlio si trovava a passeggiare in zona, soccorsa è starata trasportata subito in ospedale dove sarebbe fuori pericolo.

Intanto stato di massima allerta in tutta la zona e l’area attorno a Palazzo Chigi è stata transennata mentre la polizia scientifica sta ancora effettuando tutti i rilievi.

L’uomo è stato interrogato dal procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e dal pm Antonella Nespola. La Procura o ha definito un uomo disperato e non squilibrato. Avrebbe detto che le sue intenzioni erano quelle di colpire i politici ma non riuscendo nel suo intendo ha sparato contro i carabinieri, quindi l’idea di farla finita ma i proiettili in canna erano terminati.

LA REDAZIONE

 

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply