Avvocatessa sfigurata con acido: preso l’altro esecutore

PESARO, 2 MAGGIO ’13 – Si nascondeva in Abruzzo ed era pronto espatriare l’altro albanese ricercato per l’aggressione all’avvocatessa Lucia Annibali, sfigurata con l’acido mentre stava rientrando nella sua abitazione a Pesaro. L’uomo, Rubin Talaban, l’albanese 31enne, è stato arrestato dai carabinieri di Pesaro unitamente ai colleghi di Chieti a San Salvo Marina. Il 31enne era nascosto in un’abitazione insieme a due connazionali e a quanto pare era pronto per espatriare. Gli albanesi trovati nell’abitazione con lui sono stati arrestati per favoreggiamento. Già arrestato l’altro albanese con cui Talaban aveva compiuto l’aggressione e l’ex compagno della donna, ritenuto il mandante, l’avvocato Luca Varani.

LA REDAZIONE

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply