L’attrice di ‘Innocence of Muslim’ querela il produttore e chiede la rimozione del film da Youtube

CALIFORNIA, 21 Settembre 2012 – Cindy Lee Garcia, l’attrice del tanto agognato e dibattuto film “The Innocence of Muslim” ( L’innocenza dei Musulmani), ha ora querelato il produttore Nakoula Basseley per averla tratta in inganno. Secondo il suo racconto, Cindy, credeva di aver preso parte ad un film sulla storia dell’Egitto, non invece di aver – nella scena del film – praticato sesso orale con Maometto. Ovviamente, una volta che il film ha iniziato a girare on line, l’attrice ha ricevuto una serie di minacce di morte per le scene blasfeme che la vedevano intenta a praticare sesso con il profeta islamico. Inoltre, ha perso il lavoro presso un asilo nido, dove la sua presenza avrebbe potuto mettere a repentaglio la sicurezza dei bambini. Oltre alla denuncia nei confronti del produttore Basseley per frode, la Garcia ha chiesto ad una Corte Californiana che il film venga rimosso immediatamente da Youtube. Sul punto, ancora i legali di Google (proprietario di Youtube) non si sono espressi. Il film ( di 14 minuti) è già stato rimosso in Arabia Saudita, Libia, Egitto, Indonesia e India, ma è ancora visibile nel resto del mondo.

CLARISSA MARACCI

 

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply