L’ambasciata italiana blocca i visti a 10 musicisti del Nairobi Dance Ensamble

NAIROBI, 5 AGOSTO 2012 – E’ accaduto pochi giorni fa all’ambasciata italiana di Nairobi, lo spiacevole inconveniente per 10 artisti del Nairobi Dance Ensamble, gruppo di musicisti e ballerini flok del Kenya, pronto per la tournée estiva in Italia. Il gruppo, composto di 23 artisti, è stato invitato dall’organizzazione del festival di Minturino (vicino Roma) e avrebbe dovuto compiere diverse tappe, tra le quali : Matelica (28 July-2 August), Minturino (3-7 August), Florinas (8-16 August), San Ginesio (17-21 August) e Gorizio (22-26 Agosto).

Tuttavia, l’ambasciata italiana di Nairobi ha rifiutato i visti (richiesti per 1 mese) per l’Italia a 10 dei 23 musicisti. Il portavoce e leader del gruppo, Anthony Karundo, incredulo e amareggiato, ha dichiarato << Non capiamo il motivo di questo rifiuto. I ragazzi che non hanno ottenuto il visto sono i più giovani, quelli che per un anno si sono allenati ogni giorno con il solo scopo di venire in Italia per questa tournée. La decisione è arrivata proprio pochi giorni prima di partire, ma non ci sono state date spiegazioni, nonostante la nostra insistenza.>>

Inoltre, per richiedere i visti, il gruppo ha dovuto pagare circa 100euro per persona, somma che in Kenya corrisponde ad un potere di acquisto di circa 1000 euro in Italia. <<Abbiamo pagato per richiedere le visa poiché ci aspettavamo che fossero rilasciate senza problemi, come è sempre successo. Al momento, abbiamo dovuto affrontare un danno economico notevole e la qualità dei nostri spettacoli non è la stessa dell’anno scorso, poiché il numero di ballerini e di musicisti è dimezzato. Ciò che chiediamo al momento è solo una spiegazione da parte dell’ambasciata.>>

Di fatto, nonostante le numerose email di sollecito da parte degli organizzatori del festival, non è arrivata alcuna spiegazione da parte dell’ambasciata italiana. L’unico motivo che si potrebbe desumere è che i 10 musicisti che non hanno ottenuto il visto non erano mai stati in Europa, mentre gli altri avevano già partecipato a svariate tounrée in giro per il mondo. Tuttavia, l’intero gruppo era dotato di biglietto di andata e ritorno e il soggiorno in Italia è a spese del festival ospitante. Difficile spiegare questo atteggiamento da parte dell’ambasciata Italiana, soprattutto in virtù dei buoni rapporti che sono sempre intercorsi tra Kenya e Italia. Gli artisti che sono riusciti ad arrivare continueranno comunque la loro tournée, per mantenere alto il nome del Nairobi Dance Ensamble, già molto conosciuto e stimato nel bel paese.

Il Nairobi Dance Ensamble è un corpo di ballo multietnico composto da artisti che provengono da ben 42 tribù differenti, presenti in Kenya. Il gruppo viene da Nairobi, la Città del Sole, e cerca di portare in giro per il mondo la musica, la danza, la cultura del Kenya. Con percussioni tradizionali, fatte con pelli di animali, canti tribali e danze indigene, il Nairobi Dance Ensamble è capace di incantare i suoi spettatori per più di 3 ore, suscitando curiosità e ammirazione per la cultura africana.

CLARISSA MARACCI 


Print Friendly
FacebookLinkedIn

One Response

  1. Moses Githiaka
    Moses Githiaka at |

    viva nairobi ensembles

    Reply

Leave a Reply